Il capo non lo paga e lui colpisce l’auto a badilate

Folle reazione in viale Alfieri di un cinquantenne che vantava crediti nei confronti di un imprenditore edile salvato dall'intervento di una pattuglia della Guardia di Finanza

Prima di arrivare ad aggredire a colpi di badile il suo ex-datore di lavoro, in pieno giorno, le aveva provate tutte un operaio albanese, A.Q., 49 anni, che vantava, a suo dire, alcuni crediti per lavori edili eseguiti a favore di una impresa edile guidata da un trentenne suo connazionale. Spesso lo aspettava nei dintorni della ditta o vicino casa, chiedeva quello che gli spettava ma il suo ex-datore di lavoro non ne voleva sapere di saldare. In seguito aveva provato a recuperare i crediti tramite i sindacati, ma anche in questo caso non era riuscito ad ottenere nulla. Ecco che allora, in preda ad un raptus di follia nella mattinata di oggi, giovedì, il cinquantenne armato di pala non ha esitato a rincorrere l’imprenditore per convincerlo con le cattive a fare ciò che non aveva voluto fare con le buone.

La scena che una pattuglia di agenti della Guardia di Finanza della compagnia di Busto Arsizio si sono trovati davanti in viale Alfieri a metà mattinata è stata la seguente: una folla di persone attorno ad un auto con a bordo una coppia e un uomo in preda ad un raptus che aveva già sfondato il vetro della macchina, fino a ferire l’imprenditore con i frammenti del finestrino, e minacciava di colpire nuovamente. Gli agenti, nonostante il pericolo, non hanno esitato ad intervenire e a bloccarlo nonostante le pesanti minacce dell’esagitato. Il cinquantenne, sconvolto, è stato portato in caserma dove è stato arrestato con l’accusa di lesioni personali aggravate. Dietro il folle gesto, che poteva avere conseguenze ben pù gravi se l’uomo non fosse stato fermato per tempo, gli agenti hanno scoperto la questione economica che aveva portato la situazione a degenerare.

La sorte ma non solo ha voluto che in quel momento passasse dalla via la pattuglia delle Fiamme Gialle in borghese che ha permesso di fermare la situazione per tempo. Gli agenti erano impegnati in un attività di controllo economico del territorio, intensificato a partire da quest’anno. La maggiore presenza degli agenti della Guardia di Finanza sul territorio ha altresì aumentato il livello di sicurezza generale del territorio.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 03 settembre 2009
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.