Il cappotto? Mettilo anche d’estate

Cosa c'è in fiera per rimettere in sesto le nostre case e quindi le nostre bollette?

Muoversi tra i corridoi di Varese Ambiente&Energia, l’area di Fiera Varese dedicata all’ambiente, è un viaggio dall’esterno all’interno di casa – o viceversa – per incontrare le soluzioni, prodotti e servizi, per il risparmio energetico.

Sono molte le novità esposte dagli standisti a cominciare dalle soluzioni per i nostri tetti, dove è possibile installare i pannelli fotovoltaici. La tecnologia fotovoltaica permette di sfruttare i raggi del sole per produrre energia elettrica o acqua calda e così illuminare e riscaldare le nostre case. Il fotovoltaico, anche alle nostre latitudini, risulta essere un ottimo investimento in quanto l’irraggiamento è sufficiente a farci risparmiare ogni anno centinaia di euro in bolletta.

All’esterno, oltre agli interventi sul tetto, è possibile intervenire sull’isolamento attraverso un cappotto termico speciale che contiene meglio il calore d’inverno e mantiene il raffrescamento d’estate. Possiamo, inoltre, intervenire sulle finestre, sui serramenti e andare a sostituirli con soluzioni che coibentano meglio le nostre case che così sprecano meno energia perché il calore non viene rilasciato nell’atmosfera e noi spendiamo meno per tenere calda (o fresca) le nostra abitazione.

Anche per l’interno la fiera mette in mostra molte soluzioni: la bioarchitettura ci insegna a usare il legno in casa, o a costruire direttamente la nostra casa con questo materiale naturale. Possiamo sfruttare le soluzioni di domotica, per rendere intelligente la nostra abitazione nella gestione dei consumi, ma anche, per facilitare la mobilità ai portatori di handicap, con l’elevatore in grado di ospitare una sedia a rotelle. Le mura possono essere dipinte con vernici e isolanti che non inquinano e che rendono l’aria che respiriamo più salubre. Possiamo anche intervenire sul sistema che produce il calore. Le caldaie e i caminetti possono essere sostituiti o integrati (specie con l’uso dei pannelli fotovoltaici) con caldaie a pellet e camini speciali o con caldaie a condensazione che riescono a produrre calore e raffrescamento consentendo un risparmio, rispetto ai normali impianti, cui si integrano, del 30-40 % sui consumi annui.

In alcuni stand, infine, compare l’illuminazione a LED, con applicazione anche nel campo del design d’arredo e del benessere (cromoterapia, ecc.).
Infine salta all’occhio un brevetto tutto italiano, un impianto dotato di una sorta di parabola, che consente di catturare fino al 70% della radiazione luminosa solare cosa che permette al sistema di funzionare anche d’inverno e a basse temperature risultando più efficace dei pannelli fissi.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 14 settembre 2009
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.