Il Giuditta Pasta compie vent’anni con una grande stagione

Molti i nomi noti che riempiranno la nuova stagione: Tullio Solenghi, Maurizio Micheli, Luca Zingaretti, Corrado Tedeschi, Alessandro Preziosi, Zuzzurro e Gaspare e molti altri

Una grande stagione per i 20 anni del Teatro Giuditta Pasta. È stata presentata nei giorni scorsi la rassegna del 2009/2010 con importanti novità come la possibilità di acquistare anche i biglietti on-line. «La novità porterà un notevole beneficio per il pubblico – spiegano dal teatro -: sarà finalmente possibile acquistare tutti i biglietti della stagione direttamente dal computer di casa, connettendosi al sito www.teatrogiudittapasta.it».
Il teatro Giuditta Pasta è stato inaugurato nel 1990, questa è dunque la ventesima stagione. «Le iniziative per celebrare l’evento sono in via di definizione – proseguono dalla struttura comunale -, il modo migliore per rendere omaggio al nostro pubblico ci è parso innanzi tutto quello di selezionare i migliori allestimenti disponibili tra le produzioni di quest’anno». Ecco le principali novità nelle diverse sezioni.
 
Prosa
Il cartellone ha come primo punto di forza la validità degli interpreti. I protagonisti hanno volti molto noti, la maggior parte per merito del piccolo schermo. Non si pensi però a personaggi televisivi prestati al palcoscenico: tutti hanno alle spalle una brillante carriera come interpreti.  
Alessandro Preziosi (qualcuno ancora lo ricorda come conte Ristori di Rivombrosa, eppure è proprio a teatro che ha dato maggior prova delle sue doti), Geppy Gleijeses (definito “il miglior attore partenopeo della sua generazione”), Maurizio Micheli e Tullio Solenghi (inedita coppia comica cementata da un simile umorismo intelligente), Luca Zingaretti (alias il commissario Montalbano), Gianfranco d’Angelo (campione d’incassi nella scorsa stagione), Corrado Tedeschi (già conduttore, raffinato interprete teatrale), Carlo Giuffrè (custode della tradizione del miglior teatro napoletano).
 
Variety
La stagione alterna la risata al sorriso. Mai come quest’anno la parola d’ordine è “divertimento intelligente”. E’ possibile citare i classici senza annoiare? Ci pensano gli Oblivion, resi celebri dai loro “Promessi sposi in 10 minuti”, cliccatissimi sul web. Anche Zuzzurro e Gaspare “fanno sul serio”: chiamano in causa addirittura Cechov. Lella Costa non è da meno: cerca tra le migliori pagine della letteratura storie esemplari di “ragazze”. Raul Cremona non rinuncia ai suoi migliori personaggi, costruendo per loro una cornice che pesca nei sapori del passato (con musiche di Kramer e del Quartetto Cetra). Luca e Paolo si confrontano col tema più impegnativo che si possa immaginare: la Passione.
 
Opera
Sommando opera, operetta e l’evento speciale di Capodanno, gli appuntamenti con il teatro musicale sono ben sei: un record per il teatro. Le operette in programma sono tre, per questo genere di proposta il tutto esaurito è oramai una piacevole consuetudine. Due le opere: “Rigoletto” e “Don Giovanni”, messe in scena da As.Li.Co. che ha il merito di portare la lirica anche sui palcoscenici di piccole e medie dimensioni. 
Il Pasta finalmente rende onore alla celebre soprano a cui è intitolato e accontenta i molti melomani sempre in trasferta verso Milano. 
 
Altri percorsi
La rassegna, che porta a teatro i giovani e gli spettatori più curiosi, è da sempre il luogo delle piacevoli sorprese. Un cartellone alterativo e complementare, garantito innanzi tutto da enti produttori d’eccellenza: teatro Franco Parenti, teatro Litta, Piccolo Teatro di Milano e Stabile di Torino, teatro Out Off, Compagnia Sandro Lombardi. 
Il prezzo dell’abbonamento ridotto è più che concorrenziale: 35 euro, ovvero 7 euro a spettacolo. Meno di una serata al Multisala.
 
Danza
La stagione conferma la formula dello scorso anno, che aveva garantito un aumento del 30% del pubblico: generi diversi e grandi allestimenti di richiamo. Si apre con “Lo schiaccianoci” (danza classica), seguono i Kataklò (inventori di un originale mix di danza e ginnastica), poi Adrian Aragon e Erika Boaglio con il loro “Divino Tango”, infine “Romeo e Giulietta” del Balletto di Milano. 
 
Eventi speciali
Gli eventi speciali fuori abbonamento quest’anno si moltiplicano. Visto il successo, torna “Capodanno a teatro” con la Compagnia dell’Oniro che questa volta propone “La vedova allegra”. Il 10 aprile è in programma una serata da non perdere: Teo Teocoli porta a Saronno un nuovo, esilarante, one man show.
Torna poi per il terzo anno la rassegna senza tempo: tre appuntamenti con il teatro comico e popolare. I CantaMilano si esibiscono sabato 19 settembre, i Legnanesi dal 25 al 27 settembre, Cochi e Renato tornano, a grande richiesta, il 15 di ottobre.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 18 settembre 2009
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.