Il marito la picchia, chiede aiuto alla Polizia

Una donna di 27 anni con la figlia, scampata al terremoto in Abruzzo dove ha perso dei parenti, si è rivolta al commissariato bustocco dopo due mesi di maltrattamenti





Si è presentata al commissariato di Busto Arsizio nella mattinata di venerdì 18 settembre con la sua triste storia,  una donna di origine rumena  di 27 anni,  chiedendo  aiuto per le continue percosse subite ad opera del marito, B.D.E.,  di 33 anni. La donna era in compagnia della figlia minore di anni 6 e da poco era giunta in città dopo che un’altra disgrazia le era caduta addosso pochi mesi prima in Abruzzo quando il terremoto le ha portato via alcuni familiari.

Dal racconto della signora è emerso che le  violenze erano iniziate da circa due mesi, dopo che il nucleo familiare era giunto dall’Abruzzo. Dopo il terribile evento sismico la situazione era precipitata e l’uomo, privo di occupazione e dedito al consumo di alcol, aveva iniziato da un paio di mesi a picchiare violentemente la moglie con motivazioni pretestuose, non accettando il fatto di dipendere economicamente da lei. A seguito del racconto, madre e figlia sono state affidate,  temporaneamente, presso l’abitazione di una conoscente in attesa dell’individuazione di una comunità di accoglienza adeguata.

Successivamente, nella notte del 19 settembre, il marito si è presentato in Commissariato e, in evidente stato di alterazione dovuta all’abuso di alcol, riferiva al piantone che la polizia aveva portato via la moglie e la figlia;  a qual punto sono giunti gli agenti della volante e della squadra investigativa, impegnati in servizi di controllo del territorio e di Polizia Giudiziaria, per identificarlo. Visto lo stato di alterazione dovuta all’alcol e poiché era giunto  a bordo di una Volkswagen Golf, l’uomo veniva sottoposto ad alcol-test (che dava esito positivo) da parte di una pattuglia della Polizia Stradale. L’uomo è stato  indagato per guida sotto l’effetto di sostanze alcoliche e denunciato per i maltrattamenti e le lesioni ai danni della moglie, la patente è stata ritirata e l’autovettura sequestrata




di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 21 settembre 2009
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.