Intimfashion, prosegue il presidio

Doveva essere concluso entro il 20 del mese ma ancora si attende la completa liquidazione del dovuto. Domani un nuovo incontro con la proprietà

Doveva essere tolto da domenica 20 settembre ma è ancora lì il presidio degli ex dipendenti di Intimfashion, la ex Ibici, la nota fabbrica di calze e intimo con sede in via Baden Powell nella zona industriale al confine con Magnago. Come ormai da oltre un mese il personale ancora si dà il cambio vigilando quanto resta della struttura produttiva, in attesa di ricevere tutti gli arretrati e la liquidazione. L’accordo di massima raggiunto all’inizio del mese con il proprietario, l’industriale mantovano Luigi Ghirardi, sembrava schiudere la possibilità di portare a conclusione la vicenda in tempi molto rapidi, ma così ancora non è stato.
Domani, mercoledì 23 settembre, un ulteriore incontro fra le parti è previsto nel primo pomeriggio: è quanto riferiscono gli interessati, confermando di non aver ancora "levato le tende" da davanti all’ingresso della fabbrica che per tanti anni è stata la loro vita. Il personale, lo ricordiamo, era in netta maggioranza femminile e impiegato da molto tempo in azienda – fatto che, considerando la difficoltà di reimmettersi nel mercato del lavoro per chi ha superato gli "anta", non ha fatto che esacerbarne l’amarezza per un finale che pure appariva annunciato da tempo.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 22 settembre 2009
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.