La bicicletta conviene, vi spieghiamo perché

Gli Amici della Bicicletta di Cardano distribuiscono una semplice cartina per calcolare le distante in bici. Un metodo semplice per sostenere la mobilità dolce




classid="clsid:38481807-CA0E-42D2-BF39-B33AF135CC4D" id=ieooui>

Immaginate di prendere una carta della vostra città e di tracciare un cerchio, anzi vari cerchi, intorno a casa vostra. Scoprireste probabilmente che molti dei luoghi che frequentate si trovano a distanze abbastanza ridotte. A portata di bicicletta. Sono partiti da questa idea gli Amici della Bicicletta di Cardano al Campo: in occasione della settimana europea della mobilità sostenibile hanno infatti fatto stampare un volantino con una mappa di Cardano con indicate le distanze: ogni cerchio 250 metri. «Per i brevi percorsi – sintetizzano -la bicicletta conviene: salutare, economica ed ecologica»

La mini-mappa della Cardano ciclabile è stata distribuita nel corso della settimana. «Un facile esercizio per calcolare le distanze tra la propria abitazione ed alcuni punti di Cardano, il municipio, la chiesa, le scuole, il mercato» spiega Luigi Iametti, presidente dell’associazione degli amici delle due ruote. «Percorsi che a volte sono di poche centinaia di metri, ma che spesso  percorriamo in auto, mentre se percorsi a piedi o in bicicletta non produrrebbero alcun inquinamento». E le distanze a volte sono anche inferiori a quelle percorse in auto, laddove ci sono strade a senso unico che possono essere percorse in entrambe le direzioni dalle due ruote (ci sono esempi anche a Cardano). Insomma, un piccolo tentativo di sostenere l’uso della bicicletta nella quotidianità: nei piccoli centri la bici risulta spesso più comoda e veloce, specie se si considera la difficoltà di parcheggio che spesso riguarda anche le piccole città. «La conversione ecologica potrà affermarsi solo se apparirà socialmente desiderabile» diceva Alex Langer. «Possiamo provarci – conclude Iametti -, magari aiutati dalla realizzazione  di piste e corsie ciclabili, dalla moderazione della velocità veicolare, dall’insegnamento nelle scuole di culture a favore dell’ambiente che ci circonda, l’unico che abbiamo a disposizione!»




di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 23 settembre 2009
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.