La Pallacanestro Varese scende in campo con il Ponte del Sorriso

Sin dalla prima uscita varesina, la Cimberio mostrerà il logo del Ponte del Sorriso sulle sopramaglie. Il progetto sta per decollare: a gennaio partirà il cantiere

Salvo impedimenti dell’ultim’ora, da gennaio l’ospedale Del Ponte inizierà il restyling per trasformarsi nel Ponte del Sorriso.
Le pratiche burocratiche sono ormai in fase di ultimazione, il bando è pubblicato ed entro fine anno si aggiudicherà l’appatlto dei lavori con la cantierizzazione della villa e del Vedani dai primi giorni del 2010.

Per quel periodo sarà messa a punto l’organizzazione dettagliata dell’attività che verrà concentrata nell’attuale corpo centrale del Del Ponte, sfruttando lo spazio a disposizione al quinto piano da dove traslocherà la neuropsichiatria infantile: « Sarà un gioco ad incastri di estremo equilibrio – annuncia il direttore generale dell’azienda ospedaliera Walter Bergamaschi - ci sarà qualche aggiustamento, ma l’offerta di assistenza dell’ospedale rimarrà invariata». 
Per permettere la compressione degli spazi, verrà trasferita la senologia al Circolo ( all’ex maternità) mentre la neuropsichiatria verrà ospitata temporaneamente al Vedani, per ritornare, una volta ultimato, nel blocco pediatrico, con dieci posti letto e un giardinetto dedicato.

«L’aereo è decollato» ha annunciato il dottor Bergamaschi introducendo il gemellaggio che il progetto del Ponte del Sorriso ha stretto con la Pallacanestro Varese: «Una realtà storica e importante come la società di basket – spiega il direttore – ha deciso di sposare un progetto importante com’è quello del Ponte del Sorriso, una realtà che combina un’assistenza di eccellenza, alla struttura, a una filosofia di assistenza innovativa».

Cecco Vescovi, general manager della società sportiva, non si è tirato indietro davanti al coinvolgimento: « Siamo stati noi a chiedere il coinvolgimento, perchè riteniamo che questo sia il nostro ruolo. Abbiamo anche una responsabilità nei confronti di Varese e quindi è giusto che ci attiviamo per fare la nostra parte». Dal prossimo torneo Fermi che segnerà l’esordio varesino della prima squadra, il prossimo 22 settembre alle ore 20.45 al Palawhirlpool ( prezzi 10 e 25 euro), la squadra della Cimberio avrà, sulle sopramaglie, il logo del Ponte del Sorriso, inoltre, durante la stagione verranno coinvolti i tifosi in un progetto concreto: 50.000 euro per 50 culle: « Si vuole fare squadra attorno a una realtà che diventerà, certamente, una delle più importanti a livello internazionale – spiega Emanuela Crivellaro, presidente del Comitato tutela Bambino in ospedale - Avere un canale come quello della squadra di basket ci permetterà di farci conoscere in tutt’Italia. Nel nostro paese esistono solo nove ospedali dedicati ai bambini, Varese diventerà il decimo, con una filosofia dell’accoglienza che sarà veramente innovativa. I tifosi della Cimberio verranno coinvolti per tutta la stagione e informati sui progressi di questa campagna "acquisti"».

Tra gli sponsor del progetto anche Antonio Bulgheroni, presidente della Fondazione BPU ma anche del Comitato dei saggi che veglia sulla parte finanziaria della Fondazione del Ponte del Sorriso « Come Fondazione BPU abbiamo sposato totalmente questo progetto destinando la maggior parte dei nostri contributi. Non entriamo nel merito delle scelte fatte fino ad esso, ma ci adoperiamo perchè Varese realizzi una delle più importanti iniziative del territorio degli ultimi decenni».

La squadra di sostenitori del Ponte del Sorriso, dunque, si amplia, mentre inizia il count down per la sua realizzazione.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 16 settembre 2009
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.