La Pro Patria ruggisce: 2-0 al Perugia

Ripa e Serafini realizzano i due rigori assgnati dall'arbitro e conquistano i primi punti stagionali per i tigrotti

La Pro Patria batte 2-0 il Perugia e guadagna i propri primi punti in classifica dopo due sconfitte nelle prime giornate. I gol per i tigrotti sono stati siglati da Ripa e Serafini, entrambi dal dischetto. I due goleador e la coppia di difensori formata da Rinaldi e Barbagli si sono imposti come migliori in campo, alla pari del capitano Melara, emozionante nelle sue discese sulla sinistra. Non rilevato il Perugia, apparso senza idee e senza gioco, forse troppo legato al sinistro magico di Bondi, oggi in ombra.

FISCHIO D’INIZIO – Manari riproponeva quasi al completo la formazione che aveva giocato contro l’Alessandria settimana scorsa, con l’unica eccezione della coppia di centrali difensiva, formata oggi da Rinaldi e Barbagli. In attacco bomber Ripa veniva supportato dal trio di trequartisti formato da Melara, Serafini e Pacilli. Il tecnico del Perugia Giuseppe Pagliari non perdeva tempo nello schierare il neo acquisto Paponi al centro dell’attacco, al suo fianco Bondi e Stamilla. Da sottolineare lo sciopero nel primo tempo della tifoseria organizzata della Pro, protesta rivolta verso le ultime decisioni di Daspo verso la curva bustocca.

IL PRIMO TEMPO – Parte bene la Pro e al 2′ si rende pericolosa in due occasioni. Prima Melara manda in panico la difesa ospite con una discesa sulla fascia sinistra, ma il suo traversone viene messo in angolo da Gatti. Dal corner battuto da Pacilli, Ripa trova il tempo per lo stacco, ma la sua conclusione di testa finisce alta sulla traversa. La spinta dei biancoblu porta al vantaggio al 13′ firmato da “Spiderman” Ripa su rigore decretato dall’arbitro Tidona per un fallo di Bonomi proprio sul nove di Manari. Prova la reazione immediata il Perugia che sfiora il pari con Bondi su punizione, ma il suo mancino accarezza l’incrocio dei pali e scorre sul fondo. Al 29′, dopo diversi minuti di studio, la Pro costruisce una buona occasione sull’asse Serafini-Bruccini, ma il destro dal limite del mediano tigrotto viene bloccata in tuffo dal portiere biancorosso Benassi. Un minuto dopo sempre Serafini serve un gran pallone a bomber Ripa, ma questa volta il centravanti spreca colpendo male la palla e spedendo alto da buona posizione. Al 41′ l’arbitro Tidona fischia un altro rigore per i tigrotti per una netta trattenuta di Pagani, espulso nell’occasione, su Ripa. Dal dischetto Serafini spiazza Benassi e insacca il 2-0.

LA RIPRESAAnche nel secondo tempo parte alla grande la Pro sospinta dal proprio capitano Melara, autore di un paio di sgroppate sulla sinistra che però non riescono a portare al terzo gol. Al 13′ Pacilli si mangia una ghiotta occasione per siglare la terza marcatura, ma il suo destro da dentro l’area colpisce la parte esterna della rete. Al 25′ Caglioni deve compiere un miracolo per deviare in angolo il colpo di testa a botta sicura di Taccucci su angolo di Bondi. Al 30′ una scenetta simpatica coinvolge l’arbitro, costretto a farsi medicare dalla panchina della Pro per una storta alla caviglia. L’ultima emozione della gara la regala Som, che sbaglia di pochi centimetri il colpo del 3-0 nei minuti di recupero dopo aver seminato tre avversari ed essersi presentato da solo di fronte a Benassi.

Vittoria fondamentale per l’immediato futuro, quella della Pro che riporta alla rosa biancoblu quella fiducia tanto invocata dal tecnico Manari. Le note positive della prima vittoria stagionale tigrotta arrivano dalla difesa e da Melara, oltre alla conferma di Ripa e Serafini. La zona arretrata ha finalmente dato alla formazione di Manari la solidità e la sicurezza che serviva per gestire la palla e contrastare gli attacchi avversari, soprattutto sulle palle alte. Melara ha onorato alla grande la fascia al braccio fornendo una prestazione davvero buona, fatta di discese emozionanti e mostrando un carattere da vero leader. Ripa e Serafini, oltre a firmare i due gol che hanno deciso il match, hanno offerto al pubblico dello “Speroni” una prova da stropicciarsi gli occhi. Male il Perugia che non ha mai davvero impensierito Caglioni, se non Bondi con i suoi calci piazzati.

LE INTERVISTE

Pro Patria – Perugia 2-0 (2-0)

Marcatori: al 13′ pt Ripa (R), 42′ pt Serafini (R).

Pro Patria: Caglioni, Aquilanti, Som, Bruccini, Barbagli, Rinaldi, Melara (dal 22′ st Paponetti), Lombardi, Ripa, Serafini (dal 42′ st Sarno), Pacilli (dal 15′ st Cristiano). All.Manari.
Perugia: Benassi, Taccucci, Bonomi (dal 1′ st Accursi), Gatti, Pagani, Zoppetti, Stamilla (dal 15′ st Cazzola), Menassi, Paponi (dal 20′ st Del Core), Bondi, Perra. All. Pagliari.
Arbitro: Tidona di Torino (Granella e Levato).
Note: giornata serena e calda, terreno in discrete condizioni. Ammoniti Rinaldi, Barbagli Caglioni per la Pro Patria; Espulso Pagani del Perugia al 41′ pt . Calci d’angolo: 3-5 per il . Spettatori: 1.294 per 9.751 euro d’incasso.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 06 settembre 2009
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.