La Regione vara il piano triennale per ridurre gli incidenti stradali

Sei le linee prioritarie di intervento per diminuire le vittime della strada. 50 i milioni di euro investiti

Prosegue l’attività di Regione Lombardia per ridurre gli incidenti e la mortalità stradale, in linea con le indicazioni europee.
A pochi mesi dall’approvazione del Piano per la Sicurezza Stradale 2009/2010 che ha messo in campo 50 milioni di euro (29 della Regione e 21 dello Stato) facendo già registrare significativi risultati, la Giunta regionale, su proposta del presidente, Roberto Formigoni, e di concerto con gli assessori ai Giovani, Sport, Turismo e Sicurezza, Pier Gianni Prosperini, e alle Infrastrutture e Mobilità, Raffaele Cattaneo, ha approvato il Piano regionale pluriennale di indirizzo per la riduzione dell’incidentalità stradale 2010/2012. Il Testo che, fra l’altro, recepisce alcune proposte fatte dalle Commissioni consigliari III, V e VII, attende ora il voto del Consiglio regionale.
 
Sei le linee prioritarie di intervento:
 
1) MESSA IN SICUREZZA DEI SITI AD ELEVATA INCIDENTALITÀ STRADALE
- Sono previsti interventi strutturali di miglioramento della sicurezza stradale da parte degli Enti gestori così da ridurre i fattori di rischio, identificando le tratte critiche della rete
stradale. Verranno dunque attivati specifici strumenti finanziari per realizzare nuovi impianti tecnologici, installare strumenti informativi innovativi e sperimentare nuove tipologie di barriere di sicurezza. Inoltre, si prevedono anche progetti pilota con Province e Comuni per lo sviluppo di programmi di pianificazione della manutenzione e per la formazione specifica di tecnici degli Enti addetti alla progettazione e manutenzione
stradale.
 
2 FORMAZIONE DEI GIOVANI – Al via percorsi formativi per studenti delle scuole primarie e secondarie e in particolare ai ragazzi in età da patente cui saranno proposti corsi e progetti che migliorino la percezione dei rischi.
 
3) CONTROLLI SU STRADA – saranno intensificati i controlli stradali soprattutto lungo i tratti più pericolosi grazie a intese ed accordi con le Forze dell’Ordine e con le Polizie
locali che abbiano finalità preventive e non solo repressive.
 
4) RINNOVO DELLA PATENTE – Saranno predisposte nuove linee guida per le Commissioni mediche locali al fine di migliorare i criteri per il rilascio e il rinnovo della patente per soggetti incorsi in infrazioni stradali collegate ad aspetti comportamentali.
 
5) BANCA DATI – Implementazione delle informazioni che arrivano dal Servizio sanitario nazionale così da migliorare la conoscenza degli esiti di incidenti e monitorarne il costo
sanitario.
 
6) SENSIBILIZZAZIONE MOTOCICLISTI – Sarà realizzata un’importante campagna di informazione e sensibilizzazione per i motociclisti affinchè siano aiutati a comprendere l’importanza di un adeguato comportamento nell’utilizzo dei veicoli a due ruote a motore, incluso una scelta adeguata dell’abbigliamento e degli accessori che garantisca massima sicurezza.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 21 settembre 2009
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.