Le ciclabili dei laghi conquistano il premio “Città per il verde”

All salone Flormart di Padova grande apprezzamento per la rete di ciclabili per il tempo libero realizzate intorno al lago di Varese e a quello di Comabbio




Le piste ciclabili realizzate da Villa Recalcati conquistano il premio “Città per il Verde” al Salone internazionale Flormart di Padova e incantano il pubblico presente alla cerimonia, suscitando l’interesse anche da parte di alcuni espositori olandesi, che in fatto di ciclopedonali se ne intendono davvero.

Nel suggestivo contesto floreale allestito alla fiera di Padova in occasione del Salone internazionale dedicato ai florovivaisti, tenutosi in questo week end, l’Assessore alle Piste ciclabili Aldo Simeoni ha ritirato il premio “Città per il Verde”, iniziativa giunta alla 10° edizione e organizzata da il Verde editoriale. Tra i progetti di riqualificazione ambientale presentati da molti comuni e province italiani, Villa Recalcati ha ricevuto una menzione importante, sfiorando il primo posto conquistato da Trento. La giuria infatti ha premiato i tracciati ciclopedonali dei laghi di Varese e Comabbio con la seguente motivazione: «Particolarmente interessanti sono le modalità di realizzazione della piste ciclopedonali del Varesotto. Molto significativo il tracciato del lago di Comabbio, che presenta soluzioni architettoniche originali e a basso impatto ambientale come la passerella sull’acqua. Da sottolineare poi l’idea di integrare i percorsi all’ambiente in cui sorgono e alle tante attività sportive che vengono praticate alle pendici delle Prealpi. Infine occorre sottolineare che la presenza di questi tracciati, soprattutto quello del lago di Varese, ha permesso di cambiare il rapporto tra i cittadini e il bacino lacuale».

Soddisfatto l’Assessore Simeoni, il quale ha dichiarato: «Ho apprezzato il riconoscimento, ma ancor di più la motivazione che ci ha permesso di conquistare questo successo. La giuria infatti ha colto perfettamente l’importanza di queste strutture, tanto che ha sottolineato quanto siano strategiche per il tempo libero, per la pratica dello sport, ma anche per la valorizzazione, la conservazione e il recupero dell’ambiente circostante (nella foto, la ciclabile dopo le nevicate dello scorso anno). L’amministrazione provinciale ora ha uno stimolo in più per proseguire sulla strada tracciata e l’anno prossimo al concorso saremo ancor più competitivi con una ciclabile in più, quella della Valle Olona, un tracciato immerso nel verde, lungo il quale si può anche ripercorrere la storia economica del nostro territorio».

L’Assessore ha poi espresso soddisfazione anche per la curiosità mostrata dai presenti durante la premiazione per i percorsi ciclopedonali: «Le immagini delle nostre ciclopedonali proiettate durante la consegna del premio hanno suscitato stupore tra il pubblico, tanto che al termine della cerimonia un gruppo di olandesi mi ha avvicinato per avere alcune informazioni sulle nostre piste e ha fatto i complimenti alla nostra Provincia soprattutto per la scenografica passerella sul lago di Comabbio».

Soddisfatto del riconoscimento anche il Presidente della Provincia di Varese Dario Galli: «Ho sempre sostenuto che le nostre ciclopedonali sono gemme incastonate in un contesto scenografico unico. Ora se ne stanno accorgendo anche i cittadini delle altre province, ma soprattutto gli stranieri che per la prima volta hanno l’occasione di scoprirle. E’ di qualche giorno fa l’interesse di un amministratore inglese che vorrebbe realizzare un tracciato nella sua contea sulla scorta della nostra esperienza. Ora si aggiunge questo importante riconoscimento e l’interesse degli olandesi, conosciuti in tutto il mondo per i loro tracciati ciclabili. Questo riconoscimento conferma che Varese è tra le prime province italiane, dietro solo a Trento e Bolzano, due realtà emblematiche in fatto di progetti ambientali e bassissimo impatto, ma che,come tutti sanno, possono contare su ben altre disponibilità economiche e su altri modelli amministrativi. Senza timore di smentita credo che si possa sostenere che gli sforzi messi in campo negli ultimi anni dalle amministrazioni provinciali, per il rilancio e la valorizzazione del nostro territorio e del nostro patrimonio storico, artistico e naturale, stanno iniziando a riscuotere il meritato successo».




di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 14 settembre 2009
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.