Macchinari dall’est non sicuri, sigilli dell’Asl

Erano in una piccola azienda metalmeccanica. Le macchine erano sprovvisti di dispositivi di sicurezza e igiene

Mancanza dei dispositivi di sicurezza e di igiene, con questa motivazione l’Asl di Busto Arsizio è intervenuta questa mattina in un’azienda metalmeccanica di Solbiate Olona, dopo la segnalazione di alcuni dipendenti della stessa azienda, per porre i sigilli ad alcuni macchinari provenienti dall’est Europa. L’azienda, di piccole dimensioni e con alle dipendenze una quindicina di operai, si è vista arrivare gli ispettori che hanno visionato i macchinari e verificato le segnalazioni pervenute. Dopo un’attenta visione è stato chiesto dall’Azienda sanitaria locale al pm della Procura di Busto Arsizio Luca Gaglio il sequestro preventivo dei macchinari.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 17 settembre 2009
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.