Mailli: “La maggioranza è divisa da tempo”

L'ex vicesindaco, estromesso dalla Giunta, spiega la propria posizione. E sottolinea: «Falso dire che ho già preparato la lista per le prossime comunali»

Nei giorni scorsi il sindaco di Gemonio, Fabio Felli, ha definitivamente estromesso dalla Giunta l’ex vicesindaco Alberto Mailli, cui in precedenza era stata tolta anche la delega ai lavori pubblici. Una decisione che, sottolineava lo stesso primo cittadino, era la terza di questo tipo durante la legislatura dopo i casi dell’ex assessore Elena Zezza e dell’ex capogruppo di maggioranza Francesco Magrin.
A qualche giorno di distanza ecco dunque la replica di Mailli, che alle elezioni del 2005 conquistò un sorprendente bottino di preferenze personali e che ora medita sul da fare per il futuro.

«Ho letto con molta attenzione l’intervento del sindaco Felli sul caso che mi riguarda e prima di tutto tengo a dire una cosa – spiega Mailli a VareseNews – Non voglio sentire parlare di rancori personali perché questo non è assolutamente vero: non ho alcun rancore né verso il sindaco né verso gli altri consiglieri. Anzi, quando le strade si separano dopo alcuni anni di lavoro comune e a mio parere ben fatto, c’è sicuramente del dispiacere. Io credo di aver interpretato il mio ruolo con l’unica ambizione di fare bene per il paese: per questo ho cercato di avere un rapporto aperto con i cittadini e di pensare ai lavori pubblici nel modo migliore, coerente con gli impegni presi in campagna elettorale nel 2005. Non a caso uno dei successi dell’amministrazione riguarda l’acquedotto comunale che grazie all’interessamento di molti sta funzionando come si deve».
Riguardo a quella che per alcuni è stata la goccia che ha fatto traboccare il vaso nei rapporti tra Felli e Mailli, il voto con le minoranze durante un consiglio comunale a fine luglio, l’ex vicesindaco spiega: «Di quello avevamo già parlato e per il resto non mi sembra di avere mai avuto comportamenti lesivi della maggioranza. Piuttosto quest’ultima era già divisa da tempo al proprio interno visto che sono la terza persona che "salta" in seno al governo».

Intanto a Gemonio inizia a impazzare il toto-liste per le prossime elezioni della primavera 2010. A riguardo Mailli è perentorio: «Certo, ora si aprono i giochi perchè mancano pochi mesi. Però è falso dire che io sono già "in pista" nel cercare di costruire una nuova lista come si sente dire nel passaparola del paese. Io decisioni non ne ho ancora prese anche perché candidarsi a sindaco è una scelta da valutare molto bene, visto che si tratta di un incarico duro e impegnativo. Vediamo; quello che posso dire è che non mi ricandiderò con l’attuale maggioranza e che spero che i toni rimangano pacati. La politica a livello nazionale, in questo senso, non è un esempio da seguire».

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 17 settembre 2009
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.