Molestie a scuola: “Condannate il bidello”

Il fatto avvenne in uno spogliatoio. La parte civile ha chiesto 300mila euro di risacimento, la difesa sostiene invece che la deposizione della giovane è incongruente

Dura richiesta di pena per un bidello che avrebbe molestato una ragazza negli spogliati di una scuola. Il fatto avvenne nel 2005: quel giorno, la studentessa stava giocando a pallavolo, cadendo si fece male a una spalla e venne portata in infermeria rimanendo per qualche minuto da sola con il bidello.

Poco dopo, riferì alla zia che era andata a prenderla, di essere stata molestata: la donna contattò subito l’istituto, e partì la segnalazione alla procura della repubblica.
Il pm Tiziano Masini ha chiesto una condanna a 4 anni e mezzo di carcere. Il procedimento si sta svolgendo con il rito abbreviato davanti al gup. La parte civile ha chiesto 300mila euro di risacimento, la difesa sostiene invece che la deposizione della giovane è incongruente e ha chiesto la piena assoluzione. La sentenza è attesa per il 20 gennaio. L’episodio avvedde in una scuola dell’hinterland varesino.
 

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 30 settembre 2009
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.