Mondiali di Mendrisio: poker varesino in azzurro

Ballerini convoca sia Basso sia Garzelli; tra le donne oltre a Cantele ci sarà anche la giovane Valentina Carretta. E il ritiro sarà a Villa Cagnola di Gazzada

C’è un poker di campioni tutto varesino a fare da spina dorsale alla spedizione azzurra ai Mondiali di ciclismo che si disputeranno a Mendrisio, tra il 23 e il 27 settembre prossimi. Un risultato eccezionale, anche considerando che solo dodici mesi fa, per i campionati iridati di casa nostra, c’era una sola atleta a rappresentare la "provincia coi pedali": Noemi Cantele.

Galleria fotografica

Varesini al mondiale 4 di 18

In questo 2009 invece alla reginetta di Arcisate si aggiungono i due "big" del ciclismo maschile Ivan Basso e Stefano Garzelli e la giovanissima promessa femminile, la caravatese Valentina Carretta. Vent’anni, nipote d’arte (lo zio è l’ex professionista Luigi Botteon), cresciuta prima nella società del proprio paese e poi alla Ju Sport di Gorla, Valentina è stata chiamata dal commissario tecnico Dino Salvoldi per la gara in linea femminile élite: sulla carta sarà la riserva della squadra azzurra ma comunque ha già centrato un risultato eccellente al primo anno da professionista.
La chiamata di Carretta è stata ufficializzata questa mattina (lunedì) alla Terrazza Martini di Milano dove si è svolta la "cerimonia" delle convocazioni organizzata dalla Federciclismo.
Il ct maschile Franco Ballerini, capace di vincere le ultime tre edizioni con Bettini (doppietta) e Ballan, ha così chiamato sia Basso sia Garzelli, ambedue già in azzurro nel mondiale di Verona 2004. Per il "Garzo" si tratta quindi della seconda maglia azzurra («sarà il regista della squadra» ha detto Ballerini)mentre Ivan difese i colori della nazionale anche nel 2001 a Lisbona: curiosamente in entrambe i casi vinse lo spagnolo Oscar Freire. Basso (che corsa anche a Hamilton) ha già in bacheca una maglia iridata: quella colta nel 1998 a Valkenburg tra gli under 23, un risultato che lo consacrò al ruolo di grande promessa del ciclismo italiano.
Noemi Cantele è invece una habituée in Casa Italia nei grandi appuntamenti, con due Olimpiadi e sei mondiali corsi nella categoria Elite (oltre a uno da riserva) e un bronzo ottenuto nel ’99 a Verona tra le juniores. A Mendrisio sarà con Guderzo la capitana del team di Salvoldi e disputerà anche la gara a cronometro, specialità in cui ha conquistato pochi mesi fa la maglia di campionessa italiana.
Per completare il quadro a tinte nostrane c’è anche la sede del ritiro nella settimana iridata: la Nazionale alloggerà infatti a Villa Cagnola di Gazzada Schianno dove già in passato erano stati effettuati alcuni raduni azzurri.

Insomma, il mondiale ticinese si preannuncia ad alta tensione per i tifosi nostrani. Basso sta gareggiando alla Vuelta di Spagna dove ora è quarto in classifica e punta a rientrare sul podio da qui al finale di domenica prossima. Garzelli ha invece corso la Parigi-Bruxelles provando la fuga insieme al compagno di squadra Paolini, altro convocato da Ballerini. Ottime le notizie di "casa Cantele" visto che Noemi ha vinto ieri in Veneto una delle ultime premondiali. Varese va all’attacco, vestita d’azzurro: vediamo se le terre del Canton Ticino saranno ospitali per i nostri campioni.

TUTTI I CONVOCATI

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 14 settembre 2009
Leggi i commenti

Galleria fotografica

Varesini al mondiale 4 di 18

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.