Muro sul lungolago: le dimissioni di Caradonna

L’assessore alle grandi opere ha rassegnato le sue dimissioni al sindaco di Como

Dopo la decisione dell’abbattimento del «muro della discordia», l’Assessore alle grandi opere del comune di Como Fulvio Caradonna ha rassegnato le sue dimissioni al sindaco Stefano Bruni. L’operato dell’assessore non è messo in discussione soltanto dalla minoranza, ma anche da una parte della maggioranza. Considerato il rapporto di vicinanza con Bruni è difficile però che Caradonna venga allontanato dalla giunta. Probabilmente rimarrà vicesindaco rinunciando alle deleghe sui lavori delle paratie e ai lavori pubblici. Duro il commento del consigliere comunale Martinelli: «Premesso che noi siamo sempre stati contrari alla costruzione del muro, che avevamo presentato un progetto alternativo che fu bocciato e che i nostri assessori non hanno mai votato nulla sulle paratie, dico che siamo stanchi, essendo in maggioranza, di essere corresponsabili di scelte e fallimenti che non dipendono da noi. Il sindaco ha la stessa responsabilità dell’assessore a meno che dichiari che non sa nulla di quello che succede sulle grandi opere e, se fosse così, sarebbe uno sprovveduto ancora meno giustificabile. Parliamo del lungolago e non di giardinetti di periferia». Nel frattempo il Codacons, Codici e Adoc hanno annunciato che presenteranno un esposto alla procura regionale della Corte dei Conti per accertare se nella costruzione e abbattimento del cosiddetto muro di Como vi siano state, o vi saranno, delle spese eccessive o inopportune con conseguente danno erariale.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 30 settembre 2009
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.