Musica da Gerusalemme nel segno della pace

Mercoledì 23 settembre (ore 21) un concerto dei cori dell'Istituto Magnificat di Gerusalemme nella chiesa legnanese dei Santi Martiri

Arrivano a Legnano i cori dell’Istituto Magnificat di Gerusalemme dopo aver tenuto, nei giorni scorsi, alcuni concerti nel vicino Canton Ticino. Una tournèe nel segno della pace e del dialogo tra ebrei, cristiani e musulmani. E’ la prima volta che i due cori (uno giovanile, il “Yasmeen”, e uno adulto, il “Magnificat”, entrambi diretti da Hania Soudah Soubbara) si esibiscono in Lombardia. Dopo la tappa legnanese (23 settembre, ore 21, chiesa dei Santi Martiri Anauniani), si esibiranno a Milano (24 settembre, ore 19, Basilica di San Lorenzo alle Colonne) e a Como (25 settembre, ore 21, Basilica di San Fedele). Sarà eseguito un repertorio di musica sacra araba cristiana. Il programma è il frutto di un lungo lavoro di ricerca realizzato da padre Armando Pierucci, fondatore e presidente dell’Istituto Magnificat, che ha raccolto e armonizzato circa 600 canti palestinesi, libanesi, iracheni e di altri Paesi del Medio Oriente. La tradizione musicale araba cristiana è una testimonianza della presenza di questa piccola comunità rimasta nei luoghi d’origine della Cristianità nel corso dei secoli, malgrado condizioni di vista assai difficili. I cori di Gerusalemme saranno ospitati e accompagnati dal coro Dalakòpen di Verghera di Samarate, in provincia di Varese, diretto dal maestro Pietro Ferrario. L’Istituto Magnificat è una scuola musicale interreligiosa che ospita docenti e allievi appartenenti alle tre grandi religioni monoteiste. E’ stato costituito ed opera nell’ambito della Custodia di Terra Santa in una realtà caratterizzata da tensioni e violente contrapposizioni.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 21 settembre 2009
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.