Nastro Rosa, la LILT all’attacco dei tumori a suon di prevenzione

È il mese della prevenzione per i tumori femminili, in testa quello al seno: potenziati gli ambulatori di visita, si terranno le consuete iniziative nel segno del colore rosa e dell'attenzione alla battaglia contro la malattia. Testimonial di quest'anno per la LILT è Elisabetta Canalis

Contro i tumori la guardia va tenuta alta, a suon di prevenzione e ricerca. La campagna "Nastro Rosa", ideata nel 1989 negli Stati Uniti e promossa in tutto il mondo, ha quale obiettivo quello di sensibilizzare un numero sempre più ampio di donne sull’importanza della prevenzione e della diagnosi precoce dei tumori della mammella, informando il pubblico femminile anche sugli stili di vita sani da adottare e sui controlli diagnostici da effettuare.
In tutto il mondo occidentale, il tumore al seno è il primo tumore femminile per numero di casi e la sua incidenza è in costante aumento, tanto da essere considerato alla stregua di una vera malattia sociale: In Italia i nuovi casi sono oltre 40.000 all’anno.
Sconfiggere la malattia è possibile nella stragrande maggioranza dei casi, se gli esami di controllo vengono effettuati con regolarità.
La manifestazione, che in Italia è giunta alla sedicesima edizione e interessa l’intero mese di ottobre, è organizzata dalla LILT ( Lega Italiana per la Lotta contro i Tumori ) in collaborazione con la Società Esteé Lauder Companies, leader della profumeria di prestigio.
Tutta Italia si tingerà di rosa, colore simbolo della speranza e della lotta contro i tumori al seno; una luce rosa, infatti, unirà idealmente tutta la nostra Penisola con tanti monumenti, edifici e statue che rimarranno illuminati durante il mese per testimoniare come, grazie ad un’ efficace e corretta prevenzione, questa malattia si può e si deve vincere.

Nella nostra Provincia saranno illuminati, ovviamente in colore rosa, il Santuario S. Maria in Busto Arsizio e il Palazzo Comunale in Lonate Pozzolo.
Testimonial della campagna quest’anno sarà la splendida Elisabetta Canalis, con il motto “Non perdere tempo, la miglior difesa è l’attacco“.
La Sezione Varesina della LILT, in occasione di detta campagna, ha attivato le seguenti iniziative:
incremento delle visite di prevenzione nei 10 ambulatori aperti l’intero anno a Biandronno, Caronno Pertusella, Castelveccana, Cislago, Cunardo, Cuveglio, Cocquio Trevisago, Gavirate, Gemonio e Viggiù.

Inoltre vi sarà l’attivazione di ambulatori temporanei per il "mese rosa" a:
Busto Arsizio 10 pomeriggi tel. 0331623002
Lonate Pozzolo 2 pomeriggi tel. 0331667525
Samarate – Gallarate 8 pomeriggi tel. 0331222161
Saronno 4 pomeriggi tel. 029620745
Varese 6 pomeriggi tel. 0331623002

Il 17 Ottobre a Busto Arsizio dalle ore 15 in Piazza San Giovanni verranno distribuite alle Signore torte rosa offerte dalle Pasticcerie cittadine.
Ci saranno, inoltre, carrozze addobbate di rosa trainate da cavalli.
Il 20 Ottobre presso il Teatro delle Arti a Gallarate via Don Minzioni, 5 sarà messa in scena una commedia dal titolo” …. E ancora danzo la vita “, Interpretata da donne toccate dall’amara esperienza del tumore.

Il 25 ottobre al Palazzetto dello Sport di Busto Arsizio PalaYamamay, in occasione di una partita di campionato di basket femminile volontari della LILT distribuiranno materiale informativo e fiocchi rosa a tutte le donne presenti.

Nella giornata di sabato 26 settembre e per i sabato del 10 e 24 ottobre è stato organizzato infine un corso di preparazione per nuovi Volontari.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 28 settembre 2009
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.