«Nessuna intimidazione, è stata solo una bravata»

Il direttore del multisala che ha subito il pesante atto vandalico nega l’ipotesi intimidatoria. Intanto sindaco e Giunta comunicano che non parteciperanno all’inaugurazione del 3 settembre

«Non abbiamo subito alcuna intimidazione, si tratta di una bravata». Il direttore del futuro multisala di Tradate, Tiziano Tissaglia, intervene dopo l’assalto vandalico avvenuto nel fine settimana. Situazione che ha provocato danni per decine di migliaia di euro e che non si sa ancora se comprometterà l’apertura del multisala, prima annunciata sui manifesti per il 3 settembre, poi già ritardata per il 10. «Quanto accaduto non è sicuramente un’intimidazione, non abbiamo mai ricevuto minacce di nessun genere – spiega Tissaglia -. Anche dire che “potrebbe” trattarsi di ciò è alquanto scorretto. Noi andiamo avanti per la nostra strada».
Riguardo alla domanda se l’atto vandalico abbia compromesso l’apertura del multisala, il direttore risponde che «Non abbiamo nessun ritardo, ma non sono nello stato d’animo di dare ulteriori indicazioni in merito a questa situazione».
 
Intanto dal Comune, il sindaco e la Giunta fanno sapere, tramite un comunicato, che non parteciperanno all’inaugurazione del complesso commerciale, nonostante sia stata pubblicizzata anche l’apertura della strada pubblica “via della Fornace Cortellezzi”. «Il sindaco e la Giunta – si legge nel comunicato – non interverranno alla nuova cerimonia di inaugurazione per l’apertura dei soli esercizi commerciali siti al primo piano del Lotto B, non condividendo la politica di procedere a “cerimonie di inaugurazione a rate”, che sminuiscono così il significato dell’intervento che nel suo complesso non è solo commerciale, ma anche e soprattutto ludico e ricreativo».
«Tale intervento – prosegue il comune -, indipendentemente dai recenti atti di vandalismo subiti dal cinema multisala, per i quali il Sindaco e la Giunta esprimono il più vivo rincrescimento, non è ancora concluso e risulta essere privo di una programmazione certa e ben definita. A tutt’oggi, infatti, non si è ancora giunti all’apertura del cinema e degli altri servizi ricreativi e di carattere ludico che rappresentano la vera attesa della Città. Il Sindaco e la Giunta non intendono, pertanto, prestarsi a iniziative pubblicitarie e di immagine che hanno il solo scopo di promuovere l’attività di vendita degli spazi inseriti all’interno dell’area della “Fornace”. Massimo rispetto e grande plauso ai nuovi commercianti che si inseriscono all’interno della struttura della “Fornace” e quindi della nostra città, portando nuovi posti di lavoro a Tradate. Nei prossimi giorni il Sindaco e la Giunta faranno loro visita per portare alle nuove attività commerciali gli auguri della Città».

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 02 settembre 2009
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.