Nonna Olga in fiera punta sulle castagne d’acqua

Il nuovo portachiavi gadget della nonna amica degli animali è fatto con una pianta che cresce anche nel lago di Varese. Il ricavato comprearà nuove cucce per il canile

La battaglia a favore di cani e gatti a colpi di gadget di nonna Olga continua anche alla fiera di Varese. Dopo l’orsetto mondiale, preparato l’anno scorso in occasione delle gare iridate di ciclismo, il gadget-portachiavi di quest’anno punta su natura e tradizione.
E’ realizzato infatti con castagne d’acqua del lago di Varese, una pianta anfibia commestibile: «Ora non si usa più, ma da giovane le mangiavo anch’io, e il loro sapore proprio quello delle castagne, anche se hanno un aspetto competamente diverso» spiega nonna Olga.
Alla fiera i portachiavi,dall’aspetto un po’ etnico, servono a dare nuove cucce al canile di Varese: per chi vuole un accessorio originale e tiene ai cuccioli abbandonati, lo stand dove recuperarli è nel padiglione C.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 18 settembre 2009
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.