Nuovo episodio di omofobia: a fuoco il Qube

Sabato mattina due persone avrebbero appiccato l'incendio al noto locale gay-friendly

Un nuovo episodio di violenza ha colpito la comunità omosessuale di Roma. Poco prima delle sette di questa mattina è stato dato fuoco al Qube, locale gay della capitale. Inizialmente si pensava al lancio di una molotov, ma poi si è capito che a dare fuoco è stata una bottiglia di un litro e mezzo di benzina, versata davanti al locale.

Secondo le prime ricostruzioni sarebbero state viste da un testimone due persone, che hanno dato fuoco al locale con il volto coperto da caschi. Prima avrebbero provato a sfondare il vetro dell’ingresso, senza successo.

La discoteca Qube era già stata obbiettivo di un’altra intimidazione nel corso dell’estate. Il sindaco di Roma Alemanno esprime ”totale condanna” per il nuovo attentato commesso contro il locale Qube frequentato da omosessuali. ”Mentre attendiamo l’esito delle indagini, nella certezza che gli inquirenti assicurino alla giustizia i responsabili, e’ assolutamente necessario – sottolinea Alemanno – un forte coinvolgimento di tutte le istituzioni contro qualsiasi forma di discriminazione razzista e omofoba".

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 19 settembre 2009
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.