Nuovo Malpensa Express, la produzione procede a pieno ritmo

Una delegazione lombarda capeggiata dall'assessore Raffaele Cattaneo e dal presidente di FNM Norberto Achille in visita alla Alstom, dove si producono i convogli per il collegamento dedicato Milano-Malpensa

Procede secondo i tempi la produzione dei nuovi “Malpensa Express”. La conferma è arrivata oggi in occasione del sopralluogo dell’Assessore alle Infrastrutture e Mobilità della Regione Lombardia, Raffaele Cattaneo, del presidente del Gruppo FNM Norberto Achille e del direttore generale Giuseppe Biesuz allo stabilimento Alstom di Savigliano, in provincia di Cuneo, accompagnati dall’ing. Paolo Covoni, amministratore delegato di Alstom. A Savigliano è in corso la produzione dei 6 nuovi treni Coradia Meridian che andranno a costituire la nuova flotta dedicata al collegamento aeroportuale Milano – Malpensa.

I nuovi treni sono stati ordinati lo scorso maggio da FERROVIENORD in qualità di stazione appaltante ad Alstom, che si è aggiudicata la gara ad evidenza pubblica indetta nell’agosto del 2007. Il valore della fornitura dei sei treni è di 35 milioni di euro e rientra in un accordo quadro che prevede l’opzione per FERROVIENORD di estendere la fornitura fino a 30 esemplari. Il finanziamento della commessa è parte degli 850 milioni di euro stanziati da Regione Lombardia a partire dal 2001 per il rinnovamento della flotta regionale.

Durante il sopralluogo è stato mostrato il primo esemplare finito ed attualmente sottoposto ai necessari collaudi..

“Ho voluto verificare di persona a che punto siamo con la consegna dei nuovi treni per il servizio Malpensa Express. – ha dichiarato l’Assessore Raffaele Cattaneo – I primi esemplari verranno trasferiti in dicembre a Novate per la messa a punto, le prove dinamiche e le successive procedure di omologazione. Tutti e sei i treni saranno consegnati entro maggio e quindi progressivamente messi in esercizio, secondo i tempi stabiliti per l’omologazione dalla Agenzia nazionale sicurezza ferroviaria. Questi treni gioveranno non solo al servizio aeroportuale, ma anche al servizio pendolari, cui saranno destinati i TAF (treni alta frequentazione) attualmente in uso sulla linea per l’aeroporto. Inoltre a dicembre termineranno i lavori al tunnel di Castellanza che consentirà di diminuire sotto i trenta minuti il tempo di percorrenza. ”

“Grazie al contributo finanziario di Regione Lombardia, ha ricordato il Presidente Norberto Achille, il nostro Gruppo ha lavori aperti sulla linea Milano – Malpensa per circa 230 milioni di euro, un contributo essenziale al territorio anche in vista dell’EXPO 2015”.

”Il servizio Malpensa Express è in una fase di forte potenziamento – ha aggiunto il Direttore Generale di FNM Giuseppe Biesuz. Siamo partiti il dicembre scorso con l’introduzione di sette corse point – to – point per arrivare all’implementazione del telecheck–in alla stazione di Cadorna che permette di evitare code in aeroporto e riduce ulteriormente i tempi di imbarco. Inoltre la dimostrazione che la nostra scelta è stata giusta è data dal fatto che il servizio di collegamento ferroviario con l’aeroporto non abbia risentito del calo di passeggeri sull’aeroporto, segno che il servizio funziona e che la nostra scommessa di potenziarlo è giusta”, ha concluso Biesuz.

“Il nuovo treno regionale Alstom per FERROVIENORD – ha dichiarato Paolo Covoni, Amministratore delegato di Alstom Ferroviaria – è un convoglio di nuova generazione che si avvale delle ultime tecnologie Alstom e dell’esperienza maturata nella realizzazione dei 250 esemplari in esercizio in Italia , garantendo all’operatore e ai passeggeri non solo prestazioni e comfort, ma anche flessibilità e risparmio energetico. Realizzato nei siti Alstom italiani di Savigliano (CN), Sesto San Giovanni (MI) e Bologna, rappresenta l’eccellenza dell’industria ferroviaria italiana. Eccellenza che siamo pronti a mettere al servizio anche delle Ferrovie dello Stato per l’imminente gara relativa ai convogli regionali monopiano”.

Il nuovo treno, con una configurazione a cinque carrozze articolate, è lungo 82,2 metri e largo 2,95, per un totale di 230 posti a sedere. Progettato secondo nuovi standard di comfort, sicurezza e accessibilità, è in grado di viaggiare a una velocità massima di 160 km orari.
L’ingresso alle carrozze “a raso” del marciapiede facilita la salita dei passeggeri, mentre le pedane retrattili, installate su ogni porta, permettendo un accesso agevole anche ai passeggeri con problemi di mobilità. Ciascun convoglio è formato da cinque elementi. In ogni veicolo è prevista un’area per il trasporto di bagagli. Molti i servizi a bordo: impianto di video sorveglianza, schermi luminosi interni per le informazioni, impianto di sonorizzazione, scritte in braille, prese di corrente a 220 V per l’alimentazione di cellulari e PC portatili.
I treni della famiglia Coradia rispondono alla politica di sostenibilità ambientale di Alstom, e sono riciclabili per il 95%. La motorizzazione ripartita ottimizza le fasi di frenatura e accelerazione di ogni vettura, permettendo di diminuire il livello di consumo di energia

Tre i siti italiani di Alstom coinvolti nella realizzazione del treno. Il sito di Savigliano (CN) è responsabile dello sviluppo del progetto, di parte della produzione dei veicoli e delle attività di omologazione; al sito di Sesto San Giovanni (MI) fanno capo la progettazione e la produzione dei sistemi di trazione e dei convertitori ausiliari; Bologna è invece responsabile dei sistemi di segnalamento a bordo treno.

Principali caratteristiche
Configurazione 5 Carrozze articolate (M-T-T-T-M)
Velocità massima 160 km/h
Potenza installata 2.000 kW continuativa
Motorizzazione 4 motori asincroni da 512 kW continuativi
Scartamento 1.435 mm
Altezza dalla piattaforma 600 mm
Ampiezza porte 1.300 mm
Porte 5 per lato
Posti a sedere 230 + 1 per disabili in carrozzella
Lunghezza treno 82,2 m
Larghezza carrozze 2.950 mm
Passo sedili 1.800 mm per la configurazione vis-à-vis
900 mm per la configurazione a correre

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 25 settembre 2009
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.