Parte a Gerenzano la raccolta dell’umido

Inizierà il prossimo 14 settembre. Già iniziata la distribuzione degli appositi contenitori

Inizierà il prossimo 14 settembre la raccolta della frazione umida per le vie di Gerenzano. In questi giorni è iniziata la distribuzione degli appositi contenitori con allegato un calendario che contiene tutte le notizie e le indicazioni che riguardano la raccolta dei rifiuti in paese. Il servizio viene dunque ampliato, e qualche novità c’è anche per il vetro, la cui raccolta sarà settimanale e non più quindicinale.  La raccolta della frazione umida avverrà invece due volte alla settimana, il lunedì ed il giovedì.
I cittadini troveranno nel calendario allegato tutto quanto serve per capire quando, dove e come effettuare la raccolta differenziata. Vi sono poi anche notizie utili sulla piattaforma ecologica con l’indicazione quotidiana di ciò che deve essere esposto.  La pubblicazione gode di belle immagini del Parco degli Aironi e vi sono anche alcune poesie sul tema dell’ambiente. Oltre al bidoncino abbiamo distribuito anche 104 sacchetti biodegradabili, che sono calcolati sui dodici mesi; successivamente, ogni anno, effettueremo la fornitura gratuita degli stessi, previo avviso alla cittadinanza.
«Debbo dire a malincuore – commenta l’assessore all’Ecologia Pier Angela Vanzulli - che in questi anni non è aumentata la percentuale, già bassa, di raccolta differenziata in paese e gli episodi di maleducazione che originavano immondizia di varia tipologia nelle strade, nei parchi e in tutti i luoghi pubblici sono aumentati. Tengo a far rilevare che la raccolta della frazione umida funziona se vi è da parte della cittadinanza una collaborazione che si trasforma nel rispetto degli orari di esposizione del bidoncino di raccolta e nell’inserimento solo di quanto è scritto e specificato sia nel volantino che distribuiremo, sia in questa pubblicazione, sia sullo stesso bidoncino. È vero che noi portiamo i nostri rifiuti solidi urbani presso l’inceneritore di Busto Arsizio; però occorre ribadire che differenziare non è solo un modo per non inviare rifiuti in discarica e per recuperare le varie tipologie di materiali. E’ soprattutto uno stile di vita, che va ben oltre la differenziazione e che si riflette anche sul comportamento dell’individuo, che è improntato all’educazione e alla civile convivenza. Aiutateci ad avere un paese pulito, che rispecchi il tipo di abitanti che gli danno vita. Infatti la beffa è proprio che la maggior parte dei gerenzanesi rispetta le regole e l’ambiente, comportandosi con civiltà, ma sono proprio loro a dover sopportare il disagio causato da pochi altri che con i loro modi creano danni rilevanti e costi al Comune e a tutta la collettività».

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 10 settembre 2009
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.