Perseguitava l’ex convivente, arrestato per stalking

L’uomo sarebbe stato sorpreso anche mentre pedinava la donna armato di coltello a serramanico. In manette un taxista 43enne

La perseguitava da tempo, tanto da arrivare anche ad appropriarsi dell’appartamento di lei. In manette per un nuovo caso di stalking è finito un 43enne taxista di Gerenzano che ha fatto un po’ troppe insistenze nei confronti della ex compagna. La denuncia è scattata nelle scorse settimane dopo che la donna non ne poteva più delle “attenzioni” dell’uomo.
L’appartamento in questione è intestato alla donna ed è quello dove abitavano i due al momento in cui convivevano. Dopo che si erano lasciati è stata lei a pagare tutte le bollette, ma anche a subire continue insistenze: telefonate, pedinamenti, messaggi. E così è scattata la denuncia ai carabinieri da parte della donna, dopo che il 43enne ha preso di mira anche i famigliari di lei.
Le indagini condotto dei carabinieri di Cislago hanno portato la procura a richiedere il provvedimento restrittivo della custodia cautelare. Infatti, dalle indagini sarebbero emersi anche diversi episodi che avrebbero destato parecchia preoccupazione, come quando il 43enne avrebbe distrutto il monitor di un computer di lei, oppure un “pedinamento” che egli avrebbe effettuato con tanto di coltello a serramanico.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 18 settembre 2009
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.