Porfidio scrive ad Asl e Arpa: «In gioco la salute dei dipendenti comunali»

In una lettera la denuncia del consigliere comunale che sottolinea l'eternit in Procura, la nuova sede dei Vigili e le normative anti-incendio

Il Consigliere Comunale de’ “La Voce della Città” in Busto Arsizio Audio Porfidio torna all’attacco attraverso la stampa, nei confronti della giunta comunale denunciando ad Asl e Arpa quelle che lui definisce le «gravi irregolarità e inadempienze a carico del Comune di Busto Arsizio che pregiudicano la salute e la sicurezza del personale collocato in determinate strutture adibite ad Uffici pubblici». In particolare Porfidio ricorda che «persiste da tempo il problema della copertura del tetto in eternit dell’immobile adibito a Tribunale di Busto Arsizio in contrasto con le norme di tutela della salute per il personale che vi lavora». Ma non solo «presso il complesso “Molini Marzoli” in Busto A. la sede del Comando di Polizia Locale non è conforme alle norme di sicurezza sul lavoro mancando, tra le altre cose, gli estintori oltre a disporre di spogliatoi inaccessibili o, comunque, di difficile accesso da parte del personale interessato». E ancora presso la Sede municipale di Via F.lli d’Italia, manca tuttora il collaudo degli estintori ivi collocati, oltre al collaudo della caldaia dell’impianto di riscaldamento dell’immobile. «Per competenza, il Comune di Busto Arsizio dovrebbe provvedere a porre in sicurezza le anomalie segnalate tenuto conto delle gravi ripercussioni che potrebbero ricadere sulla salute dei lavoratori. In conclusione della sua lettera Porfidio chhiede agli organi competenti: «Confido in un intervento di controllo da parte delle strutture in indirizzo al fine di riportare nella normalità gli immobili segnalati, evitando possibili rischi anche per la sicurezza e la salute dei cittadini che vi accedono».

 

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 23 settembre 2009
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.