Pro Patria, un bel punto e qualche rimpianto

Benevento-Pro Patria 1-1. In Campania i Tigrotti giocano a viso aperto e restano a lungo in vantaggio grazie al gol di Serafini. A rovinare la festa arriva il gol di La Camera che però non toglie l'idea di una bella prova dei bustocchi

La Pro Patria porta a casa un punto dalla lunga trasferta di Benevento anche se l’1-1 colto in Campania lascia pure qualche rimpianto alla truppa di mister Beppe Manari. I tigrotti infatti hanno ben interpretato il match dello stadio "Santa Colomba" mettendo in difficoltà i quotati padroni di casa e rimanendo anche a lungo in vantaggio grazie alla deviazione vincente di Serafini al 20′ del primo tempo su azione d’angolo. A centrare il pareggio e probabilmente salvare la panchina al tecnico giallorosso Acori ci ha pensato poi La Camera a metà ripresa, una frazione che il Benevento ha meglio interpretato rispetto al primo tempo.
 
IL PRIMO TEMPO – È una Pro Patria gagliarda e pronta a combattere quella che Manari schiera nella prima frazione. L’elenco delle occasioni mostra bene questa situazione se è vero che, a parte un legno colpito dal Benevento, i tigrotti continuano a farsi vedere dalle parti di Gori.
Ad aprire le danze è Ripa al 9’, seguito poco dopo da Lombardi. I campani escono dal guscio al quarto d’ora quando cioè Clemente colpisce la traversa di Caglioni con un bolide dal limite dell’area. La Pro non si spaventa e, anzi, costruisce la rete del vantaggio. Gori al 18’ riesce a mettere in angolo un sinistro di Melara ma sull’azione nata dal corner successivo non può nulla: Serafini è lesto ad anticipare compagni e avversari e a ribadire in rete. Ed è sempre lui poco dopo a sfiorare la traversa dei padroni di casa.
Il Benevento è ferito ma fatica a riprendersi: nella parte centrale della frazione la Pro amministra e quando si avvicina il fischio finale si presenta ancora nell’area avversaria. È il 41’ quando Ripa viene lanciato in profondità, punta il portiere in uscita e finisce a terra. “Spiederman” chiede a gran voce il rigore ma l’arbitro non è d’accordo.
 
LA RIPRESAIl Benevento torna in campo più convinto anche se nel primo tratto la Pro non corre rischi. Dopo il quarto d’ora però matura il gol dei padroni di casa: prima è il palo a salvare i tigrotti su tiro di Carcione, uomo messo in campo in corsa da Acori; poi è La Camera a trovare la conclusione vincente che non lascia scampo a Caglioni. Il pareggio rivitalizza il Benevento e il portiere bustocco deve superarsi per sventare una incornata di un attaccante avversario. Il match finisce 1-1, risultato sostanzialmente giusto, con una Pro comunque brillante e positiva.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 13 settembre 2009
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.