Protocollo d’intesa fra Comune, Amsc Impianti & Servizi e Parco del Ticino

Il documento, presentato questa mattina in conferenza stampa, mira a creare una collaborazione per diffondere e consolidare la conoscenza delle tematiche ambientali nelle scuole cittadine

Il sindaco di Gallarate, Nicola Mucci, l’assessore alla Pubblica Istruzione, Luca Carabelli, il presidente di Amsc, Nino Caianiello, e la presidentessa del Parco del Ticino, Milena Bertani, hanno firmato, alla presenza del segretario generale del Comune, Giuseppe Morrone, un protocollo che punta ad attivare una collaborazione fra i tre enti e le scuole cittadine al fine di diffondere nelle giovani generazioni una più solida e consapevole cultura ambientale. L’iniziativa nasce sulla scorta di un altro protocollo, quello sottoscritto nell’agosto 2007 dalla Regione Lombardia e dall’Ufficio Scolastico Regionale per “…l’informazione, la formazione e l’educazione all’ambiente ed allo sviluppo sostenibile” ed è coerente con l’adesione del Comune ad Agenda 21. Scopo, fra gli altri, quello di valorizzare, preservare e far conoscere il patrimonio naturalistico del territorio.
Il progetto si potrà comporre di tutte le azioni a tema ambientale che i consigli di istituto delle varie scuole decideranno di approvare. Alunni e studenti che vi parteciperanno potranno far valere il loro impegno come ore di studio curricolari. Il Comune di Gallarate porterà tali iniziative all’attenzione di tavoli tecnici con Amsc e Parco del Ticino, che parteciperanno all’organizzazione dei vari momenti mettendo a disposizione i propri mezzi e le proprie competenze per un positivo sviluppo. Dalla conoscenza delle aree rurali alla sensibilizzazione allo sviluppo sostenibile, dagli approfondimenti sull’energia a quelli relativi al tema dei rifiuti, dall’esperienza a diretto contatto con la natura alla partecipazione a eventi a tema, tutti gli argomenti che compongono la complessa e decisiva questione-ambiente potranno rientrare nel progetto. In concreto, il primo momento significativo si concretizzerà a novembre, quando incomincerà la piantumazione, che diventerà un appuntamento annuale, del “Bosco di Gallarate”. Si provvederà, dunque, a insediare alberi associati ai nuovi nati sul territorio cittadino, così che ognuno dei bambini gallaratesi crescerà insieme a un “coetaneo arboreo”. Altre iniziative si aggiungeranno nel corso dell’anno scolastico appena iniziato e in quelli che seguiranno. Al momento sono allo studio, ma devono ancora essere definite, diverse idee, dall’adozione di cani ospitati dal canile municipale all’intervento dei ragazzi per curare le aree verdi che si trovano nei pressi degli istituti, dall’organizzazione di gite in luoghi di interesse naturalistico alla visita a centrali e impianti che utilizzano fonti rinnovabili, dalla creazione di sentieri e percorsi nelle aree rurali a una campagna di sensibilizzazione alimentare che privilegi e valorizzi la filiera corta e quindi i prodotti del territorio.
«Conoscenza e tutela dell’ambiente – ha dichiarato ai giornalisti il sindaco Mucci prima di firmare il protocollo insieme agli altri rappresentanti degli enti coinvolti – sono fra le priorità di intervento per l’amministrazione che intende, con l’iniziativa che presentiamo oggi, agire nel presente per creare cittadini più consapevoli in futuro. I partner che affiancano il Comune risultano, a questo proposito, strategici: con il Parco del Ticino siamo già al lavoro da tempo per valorizzare al meglio alcune aree del territorio, ma anche Amsc, impegnata nei settori trasporti, raccolta differenziata, gestione dell’acqua e proficuo utilizzo delle risorse sarà fondamentale per portare a buon fine il progetto».
Milena Bertani ha sottolineato il dinamismo del Comune: «E’ stato il primo fra i 47 toccati dal Parco del Ticino a porre in essere un progetto che dia concretezza al protocollo siglato da Regione e Ufficio Scolastico. Fra l’altro, la superficie di territorio gallaratese interessata dal parco non è certo fra le più estese e tale dato conferma la sensibilità della città sulle tematiche ambientali. Credo che la collaborazione sarà fruttuosa, anche perché ben si sposa alle tante attività che il Parco già porta avanti, per esempio con associazioni sportive e con un programma di visite-scambio che coinvolge ragazzi umbri».
«La partecipazione di Amsc al progetto – ha dichiarato il presidente Caianiello – è in linea col mandato che ho ricevuto dall’amministrazione comunale. La multiservizi, del resto, è attiva in ambiti toccati dal protocollo: trasporto pubblico, aggiornamento del parco mezzi nel segno di una maggiore sostenibilità ambientale, trasformazione degli impianti di riscaldamento con passaggio da gasolio a metano solo per citarne alcuni. Sottolineo, poi, i notevoli risultati ottenuti sul fronte della raccolta differenziata, segno che Amsc ha già agito sulla sensibilità collettiva portando a un cambiamento di mentalità».
«Anche le scuole del primo e del secondo ciclo – ha concluso l’assessore Carabelli – sottoscriveranno questo protocollo. Quanto ai primi passaggi concreti, posso annunciare che il 20 novembre si provvederà alla piantumazione dei primi 540 alberi del “Bosco di Gallarate” in un’area che è ancora da individuare ma che probabilmente si troverà nella zona del Monte Diviso. L’acqua sarà, poi, uno degli argomenti che verranno sviluppati per primi».

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 14 settembre 2009
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.