Reguzzoni “Spazi appositi per grandi eventi”

Dopo le performance di Madonna e Springsteen, il parlamentare leghista incviaesenta un’interrogazione

“Premesso che la rockstar internazionale Madonna ha rilasciato a settimanali stranieri affermazioni molto dure nei confronti del nostro Paese e di Milano in particolare, dichiarando tra l’altro: «non so se tornerò» e «Milano è l’unica città ad aver imposto questi limiti, devo pensare che i milanesi siano diventati allergici ai grandi eventi artistici» e che affermazioni dello stesso tenore erano state rilasciate anche da altri artisti di fama mondiale, tra i quali Bruce Springsteen”, il vicepresidente dei deputati della Lega Nord, Marco Reguzzoni, ha chiesto al Presidente del Consiglio dei ministri ed al Ministro della gioventù “se il Governo ritenga possibile che siano individuati e realizzati appositi spazi per concerti, magari nelle aree destinate alla riconversione dopo la chiusura dell’Expo 2015, anche mediante l’apposita progettazione di edifici e/o spazi aperti atti allo scopo già in questa fase.”
“La questione prevalente – sottolinea Reguzzoni – sembra essere relativa ai decibel massimi consentiti, anche se paiono sussistere anche altri motivi di contrapposizione tra la pubblica amministrazione e gli organizzatori di grandi concerti. Polemiche siffatte creano danno all’immagine del nostro Paese, soprattutto presso il pubblico giovanile”.
Da un lato – sottolinea il parlamentare leghista – “il Governo opera giustamente nel senso della tutela della salute e dell’ambiente, salvaguardando opportunamente le soglie di inquinamento acustico” e dall’altro “occorre altresì assicurare che i grandi eventi musicali possano svolgersi in luoghi adeguati in modo da assicurare ai giovani italiani la possibilità di fruire di idonei spazi di socializzazione e svago supportando le iniziative concernenti l’organizzazione di grandi eventi musicali”.
Alla luce di queste considerazioni Reguzzoni ha chiesto “se ed in che modo il Ministro della gioventù, per quanto di sua competenza, intenda intervenire per favorire la diffusione in Italia di concerti e grandi eventi musicali destinati soprattutto ad un pubblico giovane” ed in generale “quale sia l’intendimento del Governo in merito alla problematica evidenziata e se siano allo studio interventi normativi in merito”.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 23 settembre 2009
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.