Retata anti-clandestini con elicottero e cani antidroga

Operazione dei carabinieri che ha portato alla denuncia di una dozzina di persone che occupavano gli stabili abbandonati: lavoravano quasi tutti “in nero” in ditte edili della zona

Retata con elicottero e cani antidroga nelle aree dimesse saronnesi. È l’operazione che è stata condotta dai carabinieri della compagnia cittadina, guidati dal capitano Paolo Degrassi. Operazione che è stata resa necessaria, secondo i militari, dalla presenza massiccia occupazioni abusive degli stabili abbandonati del centro cittadino. Il tutto è iniziato martedì mattina con una perlustrazione delle diverse aree tramite un elicottero dei carabinieri. Subito dopo è scattata la retata con l’utilizzo dei cani.
Il bilancio dell’operazione è di dodici persone, tutte straniere, che sono state denunciate a piede libero per violazione delle norme sull’immigrazione, mentre a un altro clandestino è stato consegnato il decreto di espulsione. Inoltre, un 35enne di origini egiziane è stato arrestato nell’area ex Isotta Fraschini per il reato di immigrazione clandestina perché non aveva rispettato un precedente decreto di espulsione.
Su altre persone, tutte straniere, sarebbero in corso ulteriori accertamenti. Da un primo interrogatorio pare che tutti lavorassero “in nero” in diverse ditte edili della zona.
Il Comune, intanto, ha già inviato una lettera alla proprietà delle aree per far chiudere il prima possibile tutti gli ingressi.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 16 settembre 2009
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.