Sannino: “Mai così sotto tono”. Manari: “Risultato beffardo”

L'allenatore biancorosso per non fa drammi: "L'importante è analizzare gli errori e ripartire subito. E sulla contestazione nei suoi confronti è beffardo: "Bello vedere tanta gente allo stadio per te". Soddisfatto il tecnico tigrotto anche se il pareggio brucia: "Ottimi per 70 minuti"

 
Marcatori: Le Noci (P) al 28’ pt; Florean (P) al 49’ st
 
Pergocrema: Colombi; Ghidotti, Rossi, Di Bella, Brighenti (Bonfanti dal 30’ st); Guerci (Brambilla dal 34’ st), Cazzola, Uliano; Le Noci, Crocetti (Tarallo dal 20’ st), Florean. All. Rastelli. A disp.: Manzoni, Federici, , Galli, Storm.
Varese: Moreau; Pisano, Bernardini, Camisa, Radi; Gambadori (Zecchin dal 41’ pt), Buzzegoli, Corti, Carrozza (Armenise dal 11’ st); Ebagua, Del Sante (Momenté dal 1’ st). All. Sannino. A disp.: Grandclement, Gentili, Dos Santos, Tripoli.
Arbitro: Manera di Castelfranco V. (Valletta e Peraro).

Note. Giornata calda e serena, terreno in buone condizioni. Ammoniti: Buzzegoli, Cazzola, Florean, Guerci, Pisano. Espulso: Radi. Calci d’angolo: 3-2. Spettatori: 1.202.

LE PAROLE DI SANNINO – "Beccato" da pubblico locale per l’intera partita, mister Sannino replica con stile e ironia alle contestazioni cremasche. "E’ bello sapere che tanta gente viene allo stadio per te, non pensavo di aver lasciato un segno così profondo da queste parti. E invece la partita col Varese ha fatto un incasso alto perché ha richiamato tante persone che hanno voluto starmi vicino anche oggi: sono contento per il presidente Bergamelli che ha rimpinguato le casse societarie".
Dal punto di vista tecnico il mister fa i complimenti (questa volta reali) al collega Rastelli: "Niente da dire: oggi sono stati più bravi loro. Bravo il Pergo e bravo il mister: ci hanno aggredito fin dal principio usando quelle che di solito sono le nostre armi. Credo che sia la prestazione più sotto tono da quando sono tornato Varese. Però non ci dev’essere nessuna caccia alle streghe, né mi interessa parlare dei singoli episodi di gol ed espulsione. L’importante è capire dove abbiamo sbagliato e reagire fin dalla prossima partita con il Lumezzane.

Benevento-Pro Patria: 1-1 (0-1)
 
Marcatori: Serafini (P) al 19’pt, La Camera (B) al 20’st 
 
Benevento: Gori, Pedrelli, Palermo, Cattaneo, Cejas, Ignoffo, D’Anna (Ciarcià dal 9’st), Pacciardi (Carcione dal 15’st), Germinale (Castaldo dal 9′ st), Clemente, La Camera. All. Acori. A disp.: Corradino, Ferraro, Colombini, Bueno.
Pro Patria Caglioni, Pivotto, Som (Cristiano dal 9′ st), Aquilanti, Barbagli, Rinaldi, Melara (Bruccini dal 27′ st), Lombardi, Ripa, Serafini (Chiecchi dal 37′ st), Pacilli. All. Manari. A disp.: Giambruno, Urbano, Sarno, Paponetti.
Arbitro: Zonno di Bari (Parisse e Vitelli)
Note. Giornata molto calda e serena, terreno in buone condizioni. Ammoniti: Pacciardi, Aquilanti, Cattaneo, Cristiano.

LE PAROLE DI MANARI – Dopo un importantissimo pareggio sul difficile campo del Benevento, il mister della Pro Patria Beppe Manari non nasconde un po’ di delusione per le occasioni perse dai suoi giocatori di chiudere il match prima del pareggio campano: «Abbiamo giocato e interpretato nel migliore dei modi la partita fino al 70’, quando purtroppo la stanchezza ci ha condizionato. Abbiamo sbagliato un paio di occasioni sotto porta importanti che ci avrebbero permesso di chiudere in anticipo la partita, ma non siamo riusciti e loro ci hanno beffato trovando il pareggio. Sono un po’ deluso per il risultato finale, ma voglio sottolineare la buona prestazione dei ragazzi contro una grande squadra e su un campo davvero caldo. Vorrei rivedere l’azione del rigore che ci hanno negato: per me era netto e in più l’arbitro avrebbe dovuto espellere il loro difensore. La condizione generale della squadra cresce e ne sono contento, ma molti miei uomini sono ancora troppo indietro fisicamente per poterli schierare per una partita intera. Per il futuro penso positivo. Sappiamo che siamo una buona formazione e ce la possiamo giocare alla pari con tutte le nostre avversarie, dobbiamo solo mantenere il giusto atteggiamento e rimanere tranquilli, la strada d’ora in poi non può che essere in discesa per noi e per il nostro campionato».

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 13 settembre 2009
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.