Scomparso nel nulla un uomo di 47 anni

Di Vittorio Restelli non c'è traccia da lunedì 7 settembre; possiede una Ford Focus nera e ha problemi di cuore. La preoccupazione della famiglia

È uscito di casa nel pomeriggio di lunedì 7 settembre e da allora di lui non ci sono più notizie. Vittorio Restelli, 47 anni, residente a Cuveglio nella frazione di Vergobbio pare sparito nel nulla e fino a oggi le ricerche effettuate da parenti, amici e dalla Protezione Civile non hanno dato risultati.
L’uomo, di professione agente di commercio, era appena tornato da una vacanza in Sicilia (e per questo è molto abbronzato) e circa nove mesi fa aveva subito un intervento al cuore con l’applicazione di due by-pass coronarici. Per questo motivo Restelli ha bisogno di assumere quotidianamente una serie di farmaci quasi tutti acquistabili solo con la ricetta medica. Al momento della scomparsa però, il 47enne non aveva con sé né i medicinali, né gli occhiali, né il passaporto; si è allontanato da Cuveglio a bordo della sua Ford Focus station wagon nera immatricolata lo scorso anno (la targa è DN 232 ZJ) portando con sè solo il cellulare e il portafoglio. Ma anche questo non aiuta le ricerche: l’uomo, che ha diversi tatuaggi e ha al collo un ciondolo di ambra gialla, non ha utilizzato né il bancomat né la carta di credito mentre il telefono è squillato a vuoto alle chiamate dei familiari e poi si è – presumibilmente – spento.
«Può essere accaduto di tutto, siamo molto preoccupati» spiega la sorella Graziella, che ha sporto denuncia alla caserma dei Carabinieri della vicina Cuvio. «Vittorio potrebbe avere avuto un malore, magari durante una passeggiata: per questo abbiamo allertato la Protezione Civile che ha cercato l’auto nei parcheggi delle località di montagna, senza risultati. Noi continuiamo a cercare e abbiamo avvisato anche tutti i conoscenti che frequentano boschi e sentieri».
Restelli, dopo l’operazione al cuore, aveva comunque ripreso a fare un po’ di attività sportiva, una delle sue passioni. In particolare amava pattinare sulla pista ciclabile intorno al lago di Varese o di utilizzare la cyclette per tenersi in forma.
I Carabinieri di Luino intanto confermano l’attivazione delle ricerche, che sono state estese a tutto il territorio nazionale, anche perché quelle effettuate in provincia come detto non hanno dato esito.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 17 settembre 2009
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.