Scudo antimissile, Obama annuncia la svolta

Un "nuovo approccio" alla difesa antimissile in Europa sostituirà quello dell'era Bush e renderà "più sicuri" gli alleati in Europa. Lo ha detto il presidente degli Stati Uniti







Un "nuovo approccio" alla difesa antimissile in Europa sostituirà quello dell’era Bush e renderà "più sicuri" gli alleati in Europa. Lo ha detto il presidente degli Stati Uniti, Barack Obama, annunciando ufficialmente la decisione di accantonare il progetto della precedente amministrazione di costruire uno scudo antimissile in Polonia e Repubblica Ceca. Obama ha aggiunto che il nuovo piano antimissile – deciso all’unanimità – userà tecnologie di provata affidabilità che rafforzeranno la protezione degli Stati Uniti e dei suoi alleati.
"Questo nuovo approccio fornirà presto dei risultati, basati su sistemi collaudati, e offrirà una maggiore capacità di difesa contro la minaccia di attacchi missilistici rispetto al programma di difesa europeo del 2007", ha detto Obama che ha definito "infondate" le preoccupazioni della Russia sul "precedente scudo antimissile".
La decisione di Obama è stata accolta in modo positivo da Mosca ed è destinata a creare una nuova atmosfera nell’incontro che Obama avrà la prossima settimana a New York, a margine ai lavori dell’Assemblea Generale dell’Onu, con il presidente russo. Proprio Dmitri Medvedev, parlando in tv, ha apprezzato la decisione "responsabile" di Obama e si è detto "pronto a continuare il dialogo", ritenendo che ci siano "buone condizioni" per una cooperazione contro la proliferazione missilistica.
Meno entusiasta la reazione dei Paesi dell’est europeo, che vedevano nelle future basi dello scudo in Repubblica Ceca e Polonia una forte garanzia americana, anche sotto il profilo politico, nei riguardi delle pressione di Mosca sugli Stati un tempo nell’orbita sovietica.






di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 18 settembre 2009
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.