Sperimentazioni e omaggi nella 23esima edizione di MilanOltre

Dal 6 al 27 ottobre, si svolgerà la manifestazione dedicata alla danza per scoprire nuovi talenti





Si svolgerà dal 6 al 27 ottobre la 23ma edizione del Festival MilanOltre, la manifestazione che mira a scoprire nuovi talenti dello spettacolo.

Promosso dall’Assessorato alla Cultura del Comune e dall’Associazione MilanOltre, in collaborazione con l’Assessorato alle Culture, Identità e Autonomie della Regione Lombardia, Fondazione Cariplo, la Delegazione del Québec a Roma, l’Ambasciata del Canada in Italia e lo Scottish Arts Council, il Festival ha in calendario otto titoli proposti da sette diverse compagnie, alcune delle quali per la prima volta in Italia.

L’edizione 2009 della rassegna affronta soprattutto i territori della danza, del physical theatre e della drammaturgia contemporanea. Si apre il 6 e 7 ottobre all’Elfo con P.O.M.P.E.I.2, ultimo lavoro di Caterina Sagna, attiva tra Italia e Francia, acclamata in tutta Europa per Basso Ostinato, pièce che ha vinto il Premio dei critici di danza francesi. Una acuta riflessione sul fare arte che mette in gioco la drammaturgia di Roberto Fratini Serafide. Dal 9 all’11 ottobre, sempre all’Elfo, arriva da Montreal Compagnie Flak/ Jose Navas una delle formazioni del Québec che meno hanno frequentato il panorama italiano; di questo gruppo viene proposta l’ultima produzione, “S”, un omaggio del coreografo Jose Navas all’opera di Erik Satie, le cui pagine pianistiche sono il punto di riferimento di una composizione per otto danzatori, basata su un estremo rigore delle figurazioni coreografiche. “S” sarà preceduto da Villanelle, assolo creato e interpretato da Navas, in prima assoluta a MilanOltre.

Negli spazi del Museo Nazionale della Scienza e della Tecnologia Leonardo Da Vinci, dal 10 all’11 e dal 17 al 18 ottobre, un altro esperimento di produzione del Festival: “Susurrus”, la performance dello scozzese David Leddy, maestro nel dare la parola a spazi e ambienti insoliti con storie appositamente costruite. Il suo Susurrus, andato in scena quest’anno al festival di Edimburgo, è una narrazione ricreata specificamente per il Museo Nazionale milanese, in cui il ricordo di amori dimenticati dà corpo a uno spettacolo per piccoli gruppi di spettatori curiosi, da seguire in cuffia lungo un percorso di 8 tappe, ripetuto varie volte nel corso della serata. Un lavoro che trae ispirazione dallo shakespeariano Sogno di una notte di mezza estate.

Dalla Repubblica Ceca giunge all’Elfo la compagnia DOT504, a cui MilanOltre offre la possibilità di esprimersi in maniera speciale. Due le creazioni di grande intensità che la compagnia proporrà al pubblico milanese: 100 Wounded Tears (13 e 14 ottobre) e Holding Fast (15 e 16 ottobre), due occasioni per la prima visione italiana di una compagnia di teatro-danza che oltre a suscitare consensi in tutta Europa è stata la rivelazione del Fringe Festival di Edimburgo 2008.

Il 17 e 18 ottobre al Teatro i, andrà in scena Nothing, progetto sostenuto da Next/Oltre il Palcoscenico, una produzione di teatro danzato con musica, su suggestioni di Ingmar Bergman e August Strindberg. Il lavoro scommette sull’unione tra la scrittura di Luca Scarlini, utilizzata come elemento di scenografia in una sequenza di proiezioni, con la coreografia di Luca Veggetti, coreografo e regista italiano, attivo soprattutto a New York e gli esperimenti elettronici del compositore Paolo Aralla. In scena Olivia Ancona, giovanissima danzatrice proveniente dalla prestigiosa Julliard di New York.

Il 18 ottobre andrà in scena al Teatro dell’Elfo il risultato di un workshop degli allievi del terzo anno del corso di teatro danza della Scuola Paolo Grassi che prende spunto da Sudden Birds dell’israeliana Yasmeen Godder. Dopo il recentissimo debutto alla Biennale Danza 2009 e il conseguimento del diploma, i giovanissimi danzatori si sono costituiti in compagnia, scegliendo il nome originario della loro scuola: Fattoria Vittadini.

La rassegna si concluderà con Angels In America Parte II di Tony Kushner, diretto da Ferdinando Bruni ed Elio De Capitani, che vuole sottolineare lo spirito di collaborazione di MilanOltre e Teatridithalia. Dopo il successo del pluripremiato Angels in America parte I, MilanOltre sostiene il debutto e le prime repliche (Elfo, 22/23/27 ottobre) di un lavoro in sintonia con i temi che lo hanno sempre contraddistinto.

Luoghi: Teatro dell’Elfo, via Ciro Menotti 11 – www.elfo.org; 
Museo Nazionale della Scienza e della Tecnologia Leonardo da Vinci, via San Vittore 21 – www.museoscienza.org;
Teatro i, via Gaudenzio Ferrari 11 – www.teatroi.org

Biglietti: intero 15 euro (1,50 euro diritto di prevendita), ridotto Carta Giovani under 26: 13 euro; Miolcard: carnet 4 ingressi 50 euro; Angels in America Parte II: 10 euro per possessori della Miolcard

Orario spettacoli: inizio ore 21.00; Angels in America ore 20.30

Susurrus: ingresso gratuito, dalle 18.40 alle 22.40 con prenotazione obbligatoria allo 02.716791




di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 25 settembre 2009
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.