Torna il convegno del centro studi filosofici

L’appuntamento, dedicato al tema “Filosofie nel mondo”, sarà ospitato dal Teatro Condominio Vittorio Gassman dal 23 al 25 settembre

Il convegno del Centro Studi Filosofici di Gallarate torna nella sua sede naturale. L’importante appuntamento è giunto alla sua 64esima edizione e si terrà nella sala conferenze del Teatro Condominio Vittorio Gassman fra il 23 e il 25 settembre. I lavori si avvalgono del patrocinio del Comune di Gallarate e del Pontificio Consiglio per la Cultura e sono sponsorizzati dalla Regione Lombardia. Di stringente attualità il filo conduttore: filosofie nel mondo.
Negli ultimi anni il contatto degli organizzatori con la città di Gallarate si era allentato perché non era più possibile utilizzare gli spazi dell’Aloisianum. Si era, quindi, escogitata una formula alternativa: un anno il Convegno veniva ospitato a Villa Cagnola, a Gazzada, con un solo appuntamento a Gallarate, mentre l’anno successivo i lavori avvenivano in città universitarie. Nel tempo, si sono succedute Macerata, Urbino e Lecce. Ora, gli spazi comodi e funzionali del Teatro Condominio permettono il “ritorno a casa”.
Il Convegno, presieduto dal professor Enrico Berti, dell’Università di Padova, ricambia l’ospitalità con l’intenzione di aprirsi alla cittadinanza: chiunque sia interessato potrà raggiungere la sala conferenze per ascoltare qualche relazione o seguire un dibattito.
La scelta del tema risponde innanzitutto a un intento informativo, dato che anche fra gli addetti ai lavori l’interesse per le filosofie nel mondo è nuovo e ha acquistato solo recentemente una piena attualità. Nell’Enciclopedia Filosofica pubblicata nel 2006 a cura del Centro, del resto, sono presenti numerose voci riguardanti le filosofie extra-europee, e il Convegno è destinato a completare e approfondire tali conoscenze.
Gli interventi, tenuti da professori in forza ad alcune delle più importanti università italiane, approfondiranno le varie declinazioni filosofiche in Cina, Russia, America Latina, Africa, India, Giappone e nei paesi islamici.
«Il Convegno – spiegano gli organizzatori della Fondazione Centro Studi Filosofici di Gallarate – non avrà solo un intento di documentazione che possa offrire una panoramica delle filosofie mondiali ma concentrerà l’attenzione sui problemi di comprensione e di comunicazione più importanti che emergono dal confronto con tradizioni culturali molto diverse dalla nostra. Per questo si è chiesto al professor Ugo Perone (Università del Piemonte Orientale) di commentare il quadro problematico che ne emergerà, ponendosi dal punto di vista della filosofia ermeneutica, in prospettiva di un possibile dialogo. La professoressa Franca D’Agostini (a sua volta dell’Università del Piemonte Orientale), invece, commenterà le relazioni dal punto di vista della filosofia analitica».
 
Di seguito il programma dei lavori.
 
64° CONVEGNO DEL CENTRO STUDI FILOSOFICI DI GALLARATE
“Filosofie nel mondo” (23-25/9/2009)
 
Mercoledì 23 settembre
 
15,30 Saluto delle Autorità e comunicazioni del Presidente
Relazione del prof. P. Colonnello, Filosofia latinoamericana.
16,30 Discussione
17,30 Pausa
18,00Relazione del prof. S. Minetti, Filosofia islamica
19,00 Discussione
 
Giovedì 24 settembre
 
9,00 Relazione del prof. B. Schroeder, La scuola di Kyoto.
10,00 Discussione
11.00 Pausa
11,15 Relazione del prof. M. Piantelli, Filosofia indiana
12,15 Discussione
 
15,00 Relazione del prof. A. Cadonna, La “Sindrome anti-metafisica” cinese.
16,00 Discussione
17,00 Pausa
17,15 Relazione della prof.ssa C. Cantelli, Filosofia russa.
18,15 Relazione. della prof.ssa L. Procesi, Filosofia africana.
19,15 Discussione
 
Venerdì 25 settembre
 
9,00 Relazione della prof.ssa F. D’Agostini, La filosofia analitica nel mondo.
10,00 Discussione
11,00, Pausa
11,15 Relazione del prof. U. Perone, Philosophia occidentalis.
12,15 Discussione

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 18 settembre 2009
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.