Un “Podio per tutti” a Daniela Colonna Preti

La dirigente dello sport disabile ha ricevuto il premio dedicato ad Aras Frattini e giunto alla quarta edizione. Fontana: «Mai come ora la società ha bisogno di volontariato»

É stato assegnato a Daniela Colonna Preti il riconoscimento “Un podio per tutti”, per premiare l’impegno e la dedizione dimostrati nell’intraprendere attività educative e di volontariato a favore di giovani e portatori di handicap. La signora Colonna Preti (a destra nella foto) lavora infatti dal 1985 presso la Polha-Varese (Associazione Polisportiva Dilettantistica per Disabili), di cui ora è presidente.
La cerimonia di consegna si è svolta in mattinata nella Sala Convegni di Villa Recalcati, alla presenza del presidente della Provincia Dario Galli e dell’assessore allo sport Giuseppe De Bernardi Martignoni.
«Questa menzione – ha spiegato il presidente Galli – è la dimostrazione che la nostra provincia, anche sotto questo aspetto, è all’avanguardia e al passo coi tempi».
Il comitato "Un podio per tutti" è composto da quattro donne: Donata Fantoni, presidente e amministratore delegato di Inda, Caterina Palmieri, presidente del Panathlon Varese, Daniela Mendozza, sindaco di Caravate, e Paola Fantoni, membro del Consiglio di Amministrazione di Inda e responsabile Ufficio Studi. Da loro è arrivato un elogio a Daniela Colonna Preti, che ha iniziato questa sua avventura quasi per caso, durante una serata tra amici quando conobbe alcuni atleti in carrozzina. «Daniela da anni è impegnata nel mondo del volontariato e dello sport – ha dichiarato Caterina Palmieri – e ha fatto crescere una realtà come la Polha, portando i suoi atleti in giro per l’Italia e l’Europa».
Il premio, promosso dalla Inda di Caravate e dedicato alla sua fondatrice Aras Frattini, è stato realizzato dall’artista varesina Gabriella Pagliari.
L’evento si è concluso con le parole del sindaco di Varese Attilio Fontana: «Ho voluto partecipare a questa cerimonia perché penso sia importante far sentire la presenza della città a queste iniziative. Mai come in questo periodo la società ha bisogno di impegno nel volontariato».

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 15 settembre 2009
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.