Volandia: via ai lavori di manutenzione straordinaria

Oltre 3 milioni di euro l’investimento complessivo. Apertura prevista per la primavera 2010





Un innovativo ingresso, nuove aree espositive, ampie zone esterne e servizi all’avanguardia a due passi dal Terminal 1 di Malpensa: questo il prossimo futuro di Volandia. Si celebra proprio oggi l’avvio dei lavori che porteranno all’apertura ufficiale del Parco e Museo del Volo più grande in Italia.  Dopo il rifacimento dell’area esterna, l’area giochi, i restauri dei primi velivoli ed il successo del preview del parco e museo del volo, che ha superato i 30.000 visitatori con le sole aperture domenicali e le visite guidate, si avvia ora la fase di recupero e manutenzione straordinaria delle Officine Aeronautiche Caproni: i nuovi padiglioni costituiranno il più grande polo museale interamente dedicato al volo.

Il nuovo intervento in programma prevede la realizzazione di laboratori ed aule didattiche un’area giochi coperta a tema volo, biblioteca, oltre che l’allestimento e il restauro di velivoli, del nuovo ingresso, dell’area ristorazione ed un nuovo percorso espositivo. Anche la Collezione Piazzai avrà un’area riservata per valorizzare e rendere più fruibile il contenuto che, in una collezione unica con 1200 modelli di velivoli in scala, riprende e racconta la storia dell’aviazione in ordine cronologico, dai prototipi di Leonardo allo Space- Shuttle. L’area esterna verde verrà arricchita ed ampliata con nuovi spazi a disposizione dei più piccoli ed il mock up scala 1:1 dell’elicottero AW139 sarà al centro della nuova area/laboratorio coperta per i bambini dai 4 ai 12 anni.

Infine si provvederà allo smaltimento dei forni ed al recupero della vecchia falegnameria e dei locali verniciatura delle vecchie Officine Caproni. A cura di Sea Aeroporti Milano Spa, e vitale per il successo del progetto, sarà la passerella di collegamento con il terminal 1 che consentirà di raggiungere velocemente Volandia anche in treno da Milano, Busto e Saronno e con i numerosi collegamenti in Bus dal Nord Italia e dal Canton Ticino. L’area godrà di un sistema di accessibilità unico e rappresenterà un perno importante per l’intera area aeroportuale per la città di Varese e l’intera area della provincia di Varese, oltre che per la città di Milano, il polo fieristico di Rho Pero, il Parco del Ticino ed i Comuni di Vizzola Ticino e Somma Lombardo. La navetta di collegamento tra i Terminal effettuerà una fermata al museo che sarà così totalmente integrato con l’aeroporto.

Si tratta di un intervento che interessa oltre 10.000 mq di superficie (coperta e scoperta) con 5 mesi di lavori previsti. In particolare la prima area di manutenzione, incentrata sugli hangar siti nei Comuni di Vizzola Ticino e Ferno, conta un intervento di 800 mila euro ed una superficie interessata di circa 2.200 coperti mq e altrettanti scoperti -più del doppio dell’area già allestita per il preview. La seconda area di lavori, incentrati sugli hangar nel Comune di Somma Lombardo, prevede un investimento di 1,5 milioni di Euro e interessa oltre 6.000 mq coperti. Gli investimenti previsti, con gli allestimenti, i restauri e gli arredi degli spazi comuni raggiungeranno i 3 milioni di euro. L’apertura dell’area oggetto degli interventi è prevista per la primavera 2010. Sarà possibile seguire gli sviluppi del progetto e le novità sul sito www.volandia.it.

Il museo si pone così l’obiettivo di divenire nel breve periodo punto di riferimento per l’intero comparto grazie agli spazi a disposizione, unici nel suo genere, e ad un calendario di eventi e manifestazioni di sicuro interesse. «Un polo museale dedicato al volo rappresenta,  con perfetto tempismo ed in modo fortemente simbolico, l’audacia, il coraggio e la determinazione di una regione , quella lombarda, sempre pronta a cogliere  i cambiamenti e gli umori della società,  e a farsene interprete” – spiega Massimo Zanello Assessore alle Culture Identità e Autonomie della Regione Lombardia   – “In un momento storico in cui la tecnologia e la comunicazione sono diventate realtà quotidiane  fondate sull’immagine, un museo che  illustri la "scienza" ed il "sogno" del volo, è certamente  un  incentivo per la cultura, la ricerca e il progresso».

L’intera operazione di realizzazione questo polo dedicato all’aeronautica è seguita dall’Ufficio Tecnico della Fondazione Museo dell’Aeronautica supportata da professionisti e partner che, come Sistema Sviluppo Fiera Spa, hanno lavorato al Master Plan dell’area. Il piano degli allestimenti sarà seguito dal comitato scientifico della fondazione insieme alle realtà aeronautiche del territorio e a partner accademici come l’Istituto Europeo di Design ma sono in corso contatti anche con il Politecnico di Milano e progetti con la LIUC di Castellanza e l’Archivio del Cinema Industriale e della Comunicazione d’Impresa .

Forte anche il segnale delle compagnie aeree di casa a Milano Malpensa quali Air Italy, Easy Jet, Lauda/Livingstone e Smart Lynx Italia con il loro personale in divisa a sostegno dell’iniziativa.  Sospese infine per ragioni di sicurezza le aperture al pubblico domenicali in attesa dell’apertura ufficiale del parco e museo del volo del 2010, anno nel quale si celebrerà il centenario del primo volo a Malpensa del Caproni CA01, attualmente esposto a Volandia. Sul sito della Fondazione Museo dell’Aeronautica, www.museoaeronautica.it, sono disponibili i documenti relativi alla gara di appalto.




di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 21 settembre 2009
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.