Vuelta, crono fatale: Basso scende dal podio

Le previsioni della vigilia si confermano sul tracciato di Toledo: Evans scavalca il varesino che termina quarto. Valverde tiene la maglia di leader: un trionfo macchiato dall'Operacion Puerto

Tutto come previsto, ma non è una buona notizia. Nella cronometro che di fatto conclude la Vuelta di Spagna 2009 Ivan Basso non va oltre un onesto piazzamento, 18° a 1’03" dallo specialista britannico David Millar, e perde di un soffio il podio finale della corsa a tappe iberica.
Questo perché Cadel Evans ottiene un ottimo terzo posto sul tracciato di Toledo e strappa all’ultimo tentativo utile la terza piazza al capitano della Liquigas che ieri aveva detto di temere questa situazione.
E anche il duello di testa si chiude nel modo previsto: Alejandro Valverde perde qualcosa da Samuel Sanchez (2°) ma mantiene la maglia oro di capoclassifica. Una maglia che l’anno venturo sarà rossa come hanno già anticipato gli organizzatori e come, si può dire, è già in questa edizione: un rosso vergogna visto che va a vestire un corridore macchiato dall’Operacion Puerto, con il divieto di correre in Italia, ma che nel suo paese continua a rimanere impunito per la gioia dei suoi tifosi. Nulla che non sia stato già detto o scritto, ma giova ripeterlo ancora una volta.

Nella splendida cornice di Toledo, città non lontana da Madrid che sorge su un colle fortificato e che è la capitale delle spade, Basso ha provato a resistere al ritorno dell’australiano Evans ma fin dal primo rilevamento cronometrico si è capito che per lui sarebbe stata molto dura. Ivan chiude così al quarto posto, sfiorando un podio che alla Vuelta manca a un italiano dal lontano 1990, quando vinse Marco Giovannetti. E sfiorando il secondo podio in un Gran Tour del 2009, visto che anche al Giro Basso non riuscì a entrare nei primi tre per pochissimo: fu quinto a Roma e probabilmente passerà quarto con la squalifica di Di Luca.
Ora l’attenzione di Ivan – che domenica correrà nella passerella finale di Madrid – si sposta su Mendrisio dove avrà l’incarico di rendere durissimo il Mondiale. Ritroverà Valverde e Sanchez, alleati in maglia iberica, e potrà dare il proprio contributo nell’ennesima Italia-Spagna, il duello che tutti si attendono. Cancellara permettendo.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 19 settembre 2009
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.