“Premio Ospitalità Italiana”, tra i finalisti un ristorante varesino

Sono decine di migliaia i voti espressi dai turisti su alberghi, ristoranti e agriturismi. Per il varesotto spicca il Galaxy Grill di Gallarate. Sorpreso il proprietario di origine persiana

Spicca un una struttura del Varesotto tra le nomination del “Premio Ospitalità Italiana 2009”. È il ristorante Galaxy Grill di Gallarate (via Tenconi). Grazie alle decine di migliaia di voti espressi nell’arco degli ultimi mesi dai turisti italiani e stranieri, Isnart (Istituto Nazionale Ricerche Turistiche), in collaborazione con le Camere di Commercio italiane, ha potuto stendere la classifica delle migliori strutture ricettive del Belpaese. Sono dieci le categorie in cui gli esercizi sono stati divisi: alberghi a due, tre, quattro e cinque stelle, agriturismi, ristoranti che servono cucina gourmet, classica italiana, internazionale, tipica regionale o pizzeria. Di ognuna delle dieci categorie sono state designate tre “nomination” che, ora, si contendono la vittoria finale sia per propria categoria di appartenenza, sia per il primo posto assoluto, quello cioè che indicherà la “regina” dell’ospitalità di casa nostra.
 
Il “Premio Ospitalità Italiana”, nato nel 2005, viene assegnato da una giuria composta da giornalisti, opinion leader ed esperti del settore turismo ed enogastronomia. Quest’anno hanno partecipato al Premio tutte le strutture del nostro Paese che avevano già ricevuto il marchio di qualità “Ospitalità Italiana”, assegnato da Isnart e dalle Camere di Commercio. Un riconoscimento raggiunto da 1970 hotel, 1750 ristoranti e 700 agriturismi di 75 province italiane. In attesa della serata conclusiva sono ufficialmente aperte le scommesse, per indovinare quale sarà la struttura italiana che prenderà il posto dell’albergo “Masseria Panareo” di Otranto (Lecce), vincitore assoluto nell’edizione 2008, piazzatosi primo davanti all’agriturismo “I Mori” di Cingoli (Macerata) e al ristorante “New Savio” di Cesena, classificati secondi ex aequo.
 
«Siamo molto sorpresi di questa nomination – ha commentato Ghaffarian Allahyari Jamshid, proprietario del Galaxy Grill, di origine persiana -, soprattutto perché, essendo il locale in una posizione tranquilla, non abbiamo una grande visibilità a livello commerciale». Un locale particolare, che mischia diverse culture sia nell’arredamento che nella cucina. «Io sono un architetto – spiega ancora il proprietario – e ho cercato di inserire nel nostro locale elementi di diverse culture, cercando di armonizzare il tutto. Così, chiunque venga da noi, può trovare un particolare che rappresenta la sua cultura. Per quanto riguarda la cucina, invece, la nostra specialità è la carne. Siamo un ristorante fusion grill, che mischia il tradizione culinaria di diverse culture per creare piatti perfetti e originali».

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 22 ottobre 2009
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.