A lezione di lavoro con Orientagiovani

Dopo l'incontro di orientamento, Univa ha organizzato visite in tre aziende per gli studenti del territorio. Dal tessile, alla plastica alla meccanica

Periti tessili alla Lodetex di Busto Arsizio, periti chimici e plastici alla Mazzucchelli di Castiglione, periti elettrici e meccanici alla B.D.G. di Bardello.
Il “vento della tecnica” continua a spirare nel varesotto dove UNIVA, dopo l’incontro Orientagiovani con 500 studenti alla Liuc per aiutare i ragazzi a scegliere il proprio futuro, sta presentando ai maturandi alcune realtà imprenditoriali del territorio per dare un assaggio di ciò che incontreranno nel loro futuro lavorativo.
 
Studenti in visita alla Mazzucchelli per OrientagiovaniDopo la visita di studenti dell’Isis di Busto e di Varese alla Lodetex, azienda tessile altamente tecnologica e dotata di telai di qualità superiore, oggi, i ragazzi dell’Isis di Varese sono stati accolti nello stabilimento Mazzucchelli di Castigliane Olona. Una realtà storica del tessuto produttivo locale, nata 160 anni fa lungo il corso del fiume Olona dove si è sviluppata gran parte dell’industria provinciale.
 
Parlando ai futuri periti chimici e plastici, l’ingegner Sergio Vergani della direzione Risorse umane ha spiegato il prodotto e la lavorazione in un campo che vede l’Italia dettare tendenze e innovazioni a livello internazionale: « Noi siamo come le industrie tessili che forniscono il tessuto a chi creerà i modelli. A Castiglione si realizzano i fogli di celluloide necessari all’industria di occhialeria. Tra i nostri clienti abbiamo i big mondiali come Luxottica».
Dopo una lezione di chimica sul prodotto, e di creatività su innovazioni stilistiche e cromatiche, gli studenti hanno seguito i diversi gradi della produzione visitando la “cittadella” industriale che si è sviluppata lungo il fiume.
Una lezione dal vivo per meglio comprendere i modelli sperimentali che si studiano in laboratorio a scuola: « Il personale arriva dalle scuole tecniche varesine sufficienti a formare personale in numero sufficiente alle nostre richieste» ha commentato l’ing. Vergani.
Una riflessione diversa dal fondatore della Lodetex,  Shahrokh Farhanghi, che parlando agli studenti ha sollecitato maggior specializzazione: «Sono 8 i laureati che lavorano   nella   nostra struttura. Alle risorse uscite dalle università si  affiancano i tecnici e i periti che lavorano su macchinari moderni e
sofisticati. Siamo costantemente alla ricerca di quelli che io definisco gli architetti tessili, tecnici che sappiano portare l’arte nel prodotto che realizziamo».

Lezioni di "lavoro" quotidiano per giovani che stanno per completare un percorso fatto di studio: i giovani, incuriositi e un po’ smarriti, hanno ascoltato e fatto domande, cercando di immedesimarsi in un futuro orami non troppo lontano.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 19 novembre 2009
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.