“Acqua alla trielina alla Pizzigoni: chiediamo provvedimenti immediati”

Sinistra Saronnese chiede chiarimenti sul situazione del censimento dei pozzi cittadini dopo la chiusura per inquinamento di via Miola

“Da alcuni mesi è emerso il problema dell’inquinamento dell’acqua potabile pescata dal pozzo di Via Miola. Ad oggi però è ancora emergenza acqua”. L’allarme è lanciato dalla Sinistra Saronnese che riprende la polemica sollevata sulla situazione del pozzo gestito dalla Saronno Servizi. “A distanza di mesi non conosciamo ancora la causa dell’inquinamento – prosegue il gruppo politico -. Il pozzo di Via Miola è ancora chiuso con il rischio che si ripeta la carenza idrica nella zona. Apprendiamo dalla stampa che, in attesa di conoscere l’esito del nuovo “censimento” di tutti i pozzi cittadini, Saronno Servizi sta ancora studiando le possibili soluzioni. Sinistra Saronnese si schiera al fianco del comitato genitori della scuola Pizzigoni. Chiediamo che venga individuata e resa pubblica la fonte di inquinamento; nel caso dovessero emergere delle responsabilità invitiamo il Commissario ad agire per vie legali”.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 12 novembre 2009
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.