Agesp prende il comando ma non i dipendenti del comune

Dei dodici che dovevano passare sotto le dipendenze della società multiservizi solo cinque hanno acconsentito. Gli altri sette verranno ricollocati negli uffici comunali. La gestione di verde, strade e immobili parte azzoppata

Il passaggio di comando è stato deliberato ma ad Agesp passano solo cinque dipendenti mentre sette restano in comune e verranno trasferiti in altri settori. E’ stata pubblicata oggi la delibera che sancisce il comando di Agesp sulla gestione dello sviluppo e della valorizzazione finanziaria del patrimonio immobiliare del Comune oltre che la gestione del verde comunale e delle strade con decorrenza effettiva dall’1 ottobre. Dopo la deliberazione in consiglio comunale avvenuta a luglio sono stati completati i passaggi necessari all’entrata in vigore del comando di Agesp.

I cinque dipendenti che sono passati dal Comune alla società di servizi avranno lo stesso contratto nazionale degli enti locali, il mantenimento della stessa categoria di inquadramento, fatte salve eventuali progressioni di carriera, il mantenimento del trattamento economico compresi gli incentivi, il mantenimento dello stesso orario di lavoro, organizzato secondo le esigenze e i criteri in atto presso Agesp Servizi
srl, garantendo l’articolazione oraria prestabilita dal personale avente regime giuridico di part time, garanzia di informazione e possibilità di accesso alla mobilità interna ed esterna del Comune e garanzia della possibilità di rientro presso l’Amministrazione in qualsiasi momento che dovrà avvenire entro 30 giorni dalla richiesta.

Nonostante le garanzie fornite dal contratto che stabilisce il passsaggio di comando su 12 dipendenti ben 7 hanno preferito rimanere alle dipendenze del Comune rendendo necessaria una ricollocazione interna presso gli altri uffici.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 17 novembre 2009
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.