Aggressione agli operatori, ispezione Asl al Terminal 2

Dopo gli episodi di aggressioni ai danni dei lavoratori, sopralluogo ai check-in su richiesta dei sindacati. Sea mette in campo un presidio di guardie nell'area check-in di Easy Jet

Guardie a difesa delle operatrici dei check-in? Sarà questa la risposta, sollecitata dai sindacati, per assicurare un clima più tranquillo nelle zone imbarchi del terminal 2. In attesa del presidio, nella giornata di venerdì 20, l’area dei banchi di check-in è stata oggetto di ispezione da parte dell’Asl competente. «Dopo ripetute segnalazioni di aggressioni al check-in (in particolare linea Easy-jet), ai danni di lavoratrici/ori causa le rigide procedure da applicare per il bagaglio a mano, come Cub Trasporti e Rappresentante alla Sicurezza, il giorno 11 novembre 2009, abbiamo denunciato la questione sia alla Sea che all’ASL con formale richiesta di intervento» spiegano i sindacalisti della Cub Trasporti.
La visita nei luoghi di lavoro e il colloquio con i dipendenti interessati ha confermato l’esistenza dei problemi di sicurezza per gli operatori che i sindacati di base avevano segnalato nelle settimane scorse.  Nel frattempo l’azienda si è attivata per creare nuove procedure di tutela prevede un presidio delle guardie nell’area check-in di easy-jet negli orari in cui è maggiore il flusso di passeggeri. Negli altri orari – assicura l’azienda degli aeroporti milanesi- viene comunque assicurata la possibilità, per gli addetti check-in, di chiamata diretta alle guardie di presidio all’insorgere di un problema di aggressione sia fisica che verbale.
La ASL ha richiesto di parlare anche con il responsabile della sicurezza Sea, cui è stato chiesta la nuova procedura di tutela per gli addetti check-in. I rappresentanti dei lavoratori hanno chiesto che ai lavoratori in questione venga valutato anche il profilo dello stress subito.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 20 novembre 2009
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.