Al via una tre giorni sulla cittadinanza attiva

Si sono aperti i lavori del convegno “Cittadinanza attiva europea – energia rinnovabile”, che mette a confronto i giovani provenienti da diversi Paesi d’Europa

convegno cesvov varese cittadinanza attiva Varese capitale europea di cittadinanza attiva giovanile. La Città Giardino ospita infatti una quattro giorni dedicata ai ragazzi e alle loro esperienze in tema di politica, imprenditoria e volontariato. Il convegno “Cittadinanza attiva europea – energia rinnovabile” si è aperto oggi, martedì 17 novembre, e continuerà fino a venerdì 20 novembre, quando a Ville Ponti ci sarà la cerimonia conclusiva. Gli incontri, che si dividono in workshop e seminari, sono organizzati dal Cesvov, nell’ambito del programma europeo “Europa per i cittadini, azione 2”. Tema di discussione sarà proprio la partecipazione dei giovani nei vari settori della società, per cercare di capire quale sarà il futuro delle istituzioni nazionali. Alle quattro giornate in programma partecipano diverse organizzazioni, operatori e giovani provenienti da Polonia, Romania, Spagna, Paesi Bassi e Italia.
«Questa è un’occasione importante – ha spiegato Guido Ermolli, presidente del Cesvov, durante l’introduzione del convegno – per migliorare la conoscenza tra diversi stati europei».
Maurizio Ampollini, direttore del Cesvov, ha poi aggiunto: «Le giornate che ci aspettano sono significative. Questo convegno è soprattutto un ottimo punto di partenza e di riflessione per i giovani, prossimi protagonisti d’Europa».
In particolare Cesvov porterà l’attenzione sull’esperienza fatta dai ragazzi durante la scorsa estate, quando hanno operato in contesti di volontariato locale per il progetto “Mosaico giovane”.
Le organizzazioni partner del progetto “Cittadinanza attiva europea” sono “Cesvov” di Varese per l’Italia, “Lava Legato” di Rotterdam per i Paesi Bassi, “Comune di Bilbao, settore di politiche giovanili” per la Spagna, “Centras Constanta” per la Romania e “Cycm” di Gdynia per la Polonia. L’obiettivo finale di questo convegno è quello di creare una rete internazionale che in futuro potrà sviluppare e realizzare progetti di cittadinanza attiva, finalizzati al raggiungimento capillare della popolazione coinvolta.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 17 novembre 2009
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.