Apre il circolo “Ardito Borgo”

L'inaugurazione sabato 7 novembre. L'associazione si pone come nuovo aggregatore giovanile

Sabato 7 novembre aprirà ufficialmente il circolo culturale  “Ardito Borgo”, una nuova associazione per i giovani in città. Per coloro i quali fossero interessati, si terrà, a partire dalle ore 18.00, un buffet gratuito nella sede di via Isonzo 22/F dove verrà spiegato il programma e la linea dell’associazione.
Questo spazio si pone come scopo principale quello di fornire un’alternativa per la gioventù bustocca - spiegano i promotori in una nota – ai consueti luoghi di aggregazione e di ritrovo quali bar e discoteche organizzando dibattiti, feste private, escursioni, manifestazioni sportive e innumerevoli altre iniziative. L’idea del circolo è prevalentemente quella di essere un punto di riferimento, un luogo di studio, di confronto e certamente anche di divertimento; un posto che ogni socio possa sentire suo.
E’ stata inoltre allestita una piccola ma fornita libreria interna, a disposizione degli associati, composta da libri di difficile reperibilita’ nelle comuni librerie; anche dal punto di vista musicale il locale ha pensato di provvedere ad una raccolta di cd di diversi generi. L’Ardito Borgo nasce dall’idea di pochi ragazzi bustocchi che da tempo pensavano ad uno spazio che potesse aggregare più gente possibile, di ogni età, anche se in prevalenza giovani, con intenzioni diverse rispetto a ciò che avviene ogni week-end nei locali. Il merito dei fondatori è quello non essersi fermati alle “chiacchere”, come spesso succede nella nostra società, ma avendo ben chiaro nella mente qual era il loro obiettivo, hanno coinvolto altri ragazzi e insieme a loro, nonostante i pochi mezzi economici a disposizione e le difficoltà e hanno dato, giorno dopo giorno, una forma al locale «Grazie all’abbondanza di tenacia e forza di volontà – dicono i ragazzi di Ardito Borgo –  abbiamo dato, giorno dopo giorno, una forma al locale». 

«Il vedere creato qualcosa, unicamente con le proprie forze, riempiva noi ragazzi di orgoglio e consolidava sempre di più i nostri rapporti – spiegano i fondatori del circolo – Ogni ragazzo in base alle proprie capacità e ai suoi impegni si è dedicato alla costruzione di questo posto senza risparmiarsi; proprio da questa risposta avuta nell’immediato e dal buon numero di persone già tesserate ancor prima dell’apertura ufficiale siamo fiduciosi che altri giovani potranno essere incuriositi da questo progetto e vorranno venire a trovarci. E’ ovvio, ma sempre importante da sottolineare come questa associazione sia senza scopo di lucro». L’azione del circolo si svilupperà a tutto campo e affronterà i temi più svariati dall’ambiente, all’economia passando per le tematiche prettamente sociali. Non si può non citare l’importanza dell’appartenenza al proprio territorio e la difesa ad oltranza di quest’ultimo da "malattie" moderne (cemento, americanizzazione, o altro).
Il circolo sarà aperto  nelle serate di giovedi, venerdi e sabato, dalle ore 20.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 04 novembre 2009
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.