Arrestate le “professioniste dei furti” di Cesate

Le due donne sono state fermate mentre stavano compiendo l'ennesimo furto, si tratta di vere esperte dei colpi d'appartamento. L'uomo derubato stava dormendo al momento dell'arresto

Nella mattinata di ieri, i Carabinieri della Stazione di Garbagnate Milanese sono finalmente riusciti ad individuare ed arrestare le due donne responsabili dei furti in abitazione che nell’ultimo periodo hanno caratterizzato il Comune di Cesate.
Si tratta di M.P., 31 anni, e di J.V., 18 anni, originarie di Zagabria, entrambe clandestine e domiciliate nel campo nomadi di via Monte Bisbino, al confine tra i Comuni di Milano e Baranzate.
Intorno alle 10, un cittadino ha chiamato la Centrale Operativa dei Carabinieri di Rho, segnalando la presenza di due donne che si aggiravano con atteggiamento sospetto nella zona di via Arno a Cesate.
I militari della Stazione di Garbagnate, seguendo le indicazioni fornite, sono entrati all’interno di un condominio al civico numero 11: qui, al terzo piano, una porta presentava segni di effrazione; i carabinieri hanno fatto subito irruzione sorprendendo le due donne mentre rovistano all’interno, il tutto mentre il proprietario, un 25enne operaio del luogo, dormiva.
Le due nomadi hanno tentato di fuggire spintonando i due Carabinieri, ma sono state bloccate.
Addosso gli sono stati trovati alcuni monili in oro, anche di alcune abitazioni vicine, ed arnesi atti allo scasso.
Inevitabili sono scattate le manette per furto aggravato in concorso e resistenza a pubblico ufficiale.
A conferma della pericolosità delle due donne, delle vere professioniste dei furti, da accertamenti nella Banca Dati delle Forze di Polizia, la M.P. risultava latitante e destinataria di ordine di carcerazione con condanna a 5 anni di reclusione per reati contro il patrimonio.
La donna si era resa irreperibile da circa due anni ed era attivamente ricercata in ambito internazionale.
Ma anche la complice aveva precedenti: risultava infatti non ottemperante ad un ordine di espulsione emesso nello scorso mese di settembre dal Questore di Trieste. Le arrestate si trovano ora nel carcere di San Vittore.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 19 novembre 2009
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.