Attentato in Pakistan, bilancio salito a 20 morti

Secondo la polizia, a compiere l'attentato è stato un kamikaze a bordo di una moto, che si è fatto esplodere "in prossimità di una fila di persone che attendevano la loro paga" presso l'hotel Shalimar

(Ansa) E’ salito ad almeno 20 morti il bilancio di un attentato suicida nella città pachistana di Rawalpindi, vicino alla capitale Islamabad. L’esplosione ha colpito il muro di cinta di un albergo.  La zona non è lontana dal quartier generale delle forze armate pachistane, preso d’assalto il mese scorso da un commando di terroristi.

Secondo la polizia, a compiere l’attentato è stato un kamikaze a bordo di una moto, che si è fatto esplodere "in prossimità di una fila di persone che attendevano la loro paga" presso l’hotel Shalimar. La fonte ha aggiunto che "almeno 20 persone sono rimaste uccise e oltre 20 ferite". Detriti sono sparsi ovunque. Sono stati trovati resti del kamikaze e frammenti di una cintura esplosiva.
Le Nazioni Unite hanno annunciato che ritireranno con effetto immediato il loro personale straniero dalle regioni tribali del nord-ovest per ragioni di sicurezza. "Il segretario generale dell’Onu, Ban Ki-moon ha dichiarato il passaggio alla fase 4 (operazioni d’urgenza) nella Provincia frontaliera del Nord-ovest (Nwfp) e dalle zone tribali con effetto immediato", dice l’Onu in un comunicato, aggiungendo che il personale sarà "rilocalizzato".

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 02 novembre 2009
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.