Avenue Q: in “Via della Sfiga” a prezzo scontato con Varesenews

Lo spettacolo che ha spopolato a Brodway arriva al Teatro Condominio Vittorio Gassman venerdì 27 novembre, alle 2. Promozione speciale per i nostri lettori

Gli Avenue Q al teatro condominio di GallarateÈ uno spettacolo “peloso” ma senza peli sulla lingua. I suo protagonisti sono pupazzi fatti vivere da attori che, recitando accanto a loro, ne completano le intenzioni, le espressioni, l’energia. Stiamo parlando di “Avenue Q – Via della Sfiga”, il fortunato musical che dopo aver spopolato a Broadway sarà in programma venerdì 27 novembre, alle 21, al Teatro Condominio Vittorio Gassman all’interno della stagione 2009/2010 della Fondazione Culturale.

Non ve lo volete perdere? VareseNews e il Teatro Condominio di Gallate offrono a tutti i lettori una promozione eccezionale: coloro che si recheranno in biglietteria o telefoneranno al numero di telefono 0331- 784140, specificando di partecipare alla “Promozione di Varesenews”, potranno acquistare il biglietto al costo di 15 euro, al posto di 30 o 35.

Lo spettacolo:

Rappresentato al suo nascere off-Broadway, nel marzo 2003 al Vineyard Theatre e trasferito nel luglio dello stesso anno a Broadway, al Golden Theatre, vincitore di tre Tony Awards come miglior musical, miglior libretto e miglior soggetto originale, dopo aver riscosso successo anche a Las Vegas, in Canada, a Londra e Melbourne ed essere stato prodotto con successo in Svezia, Finlandia, Messico, Israele, Francia, Filippine, Singapore, Russia, Ungheria, Turchia, Brasile, Nuova Zelanda e ora in Italia, con la traduzione e regia di Stefano Genovese, “Avenue Q” arriva venerdì 27 novembre alle 21.00 al teatro Condominio Vittorio Gassman di Gallarate nella stagione 2009/2010 della Fondazione Culturale 1860 Gallarate Città.
Con musiche e liriche di Robert Lopez e Jeff Marx, testi di Jeff Whitty, basato sul concept originale degli stessi Lopez e Marx, la versione italiana vede in scena, accanto e in fusione con i pupazzi (disegnati da Arturo Brachetti e realizzati da Ada Borgiani) Gabriele Foschi, Mauro Simone, Elena Nieri, Maria Dolores Diaz, Laura Bagnato, Salvatore Barbagallo, Elisa Santarossa e Deborah Fedrigucci. Le scene sono di Paolo Attardo, la direzione musicale di Cinzia Pennesi, i costumi di Pamela De Santis.
La storia è uno spaccato di vita di un gruppo di amici, vicini di casa, abitanti in periferia, con le loro storie che si intrecciano, affrontando una serie di temi di attualità, comuni a tutto il mondo, a volte anche scottanti e che trattati dai pupazzi riescono a diventare comici. E ognuno affronta la propria esistenza, i propri problemi, ambizioni, dubbi, sensazioni, cercando insieme di superare gli ostacoli, aiutarsi, parlare, confrontarsi, con sarcasmo e ironia.
Il modo in cui lo spettacolo si racconta libera le espressioni e le licenze possibili, commuovendo, quando serve, con le note drammatiche degli attori e permettendo di trattare argomenti sensibili, addirittura osè, grazie all’innocenza dei pupazzi, a volte in scena anche completamente nudi.
Scrive Stefano Genovese negli appunti di regia: “In Avenue Q, viale di un borgo periferico della tua città, qualunque essa sia, vivono delle persone così normali da essere speciali […] L’apparente candore di un pupazzo gli permette di esternare pensieri, di commentare il mondo, di ricercare delle semplici verità in tutta libertà. Il pupazzo, innocuo giocattolo per bambini, con tanto di occhioni e largo sorriso, può dire con innocenza (=franchezza) quello che molti di noi pensano e fanno, liberando finalmente la bestia del Politicamente Scorretto, che dà così tanta soddisfazione. Può per esempio dire che in fondo in fondo tutti siamo un poco razzisti e basterebbe cominciare ad ammetterlo per affrontare e risolvere il problema. Che tutti in fondo godiamo un po’ delle piccole disgrazie altrui. Che tutti urliamo quando facciamo sesso, magari sottovoce, magari dentro di noi…perché non dovrebbero farlo i pupazzi?! A tal proposito, attenzione: vi avverto che nello spettacolo ci sono scene di sesso tra i pupazzi”.
E il risultato è una commedia moderna, acuta, divertente, imprevedibile, irriverente.
Dove gli uomini e i pupazzi si alternano e diventano tutt’uno: ci sono Brian, cabarettista che non fa ridere, e Princeton, neolaureato in Storia dei Grammofoni in cerca del sogno della sua vita; Kate, maestra elementare carina alla ricerca dell’amore che non ha, e Christmas Eve, psicologa asiatica emigrata in occidente in cerca di fortuna; Gary, x bambino prodigio afroamericano, e Trekkie; Rod, broker che deve fare i conti con la sua palese omosessualità, e Nicky, che non fa proprio niente; Lucy, cantante di night club, e gli Orsetti dei Cattivi Pensieri e la signorina T…
Un mondo dove non è poi così difficile ritrovarsi un po’.
Biglietti in prevendita al costo compreso tra 30 e 35 euro. Informazioni: telefono 0331.784140.
19/11/2009

BIGLIETTERIE:

Teatro del Popolo
Via Palestro. 5
21013 Gallarate
Lunedì: dalle ore 17 alle ore 19
Dal martedì al venerdì: dalle ore 11 alle ore 14 e dalle ore 17 alle ore 19

Teatro Condominio Vittorio Gassman
Via Sironi
21013 Gallarate
Sabato: dalle ore 17 alle ore 19

L’orario di prenotazione telefonica al numero 0331 784140 è dal martedì al venerdì dalle ore 16 alle ore 17.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 20 novembre 2009
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.