B.A. speciale scuola, nel segno della cultura

Cresce l’offerta formativa dell’Amministrazione comunale per le scuole dell’infanzia, primarie e secondarie di primo grado, con numerose iniziative

Cresce l’offerta formativa dell’Amministrazione comunale per le scuole dell’infanzia, primarie e secondarie di primo grado.
Numerose e originali sono le proposte per l’anno scolastico 2009/2010 articolate in due grandi aree tematiche; la prima, sviluppata a cura del Dipartimento Didattico dei musei cittadini, riguarda l’arte e la tradizione industriale locale a partire dalle collezioni del Polo Museale della città. Le attività sono concepite nell’ottica di un’educazione attraverso l’arte e la storia locale e della percezione dello spazio museo come luogo di apprendimento attivo.
La seconda, sviluppata a cura della Biblioteca Civica, riguarda il libro come incontro con la domanda sempre aperta dell’autore sul senso della vita.
Le attività, come osserva l’assessore alla Cultura ed Educazione Claudio Fantinati “hanno l’obiettivo di contribuire alla formazione di una coscienza civica educata a partire dalla conoscenza della propria città e dei luoghi che ne caratterizzano la storia. La situazione di emergenza educativa in cui ci troviamo ci pone di fronte ad una grande sfida: difendere i valori della famiglia e della scuola come veicolo di formazione. Vi è una diretta consequenzialità tra la tensione educativa e la ricerca di risposte concrete a livello del sistema di istruzione, sia relativamente alla politica scolastica che alla didattica. Far emergere la domanda di sapere e conoscenza, infatti, fa parte del compito educativo che si concretizza attraverso una professionalità didattica e degli strumenti che accompagnino lo studente nell’avventura dell’apprendimento”.
Data l’omogeneità e la coerenza delle attività proposte, quest’anno, per la prima volta, sono state raccolte in un unico opuscolo che può costituire un utile strumento per le insegnanti.
L’opuscolo e i moduli di iscrizione sono pubblicati anche sul sito internet istituzionale: si trovano cliccando sul banner “DIDATTICA” nell’home page.

• LE PROPOSTE DEI MUSEI

Musei a colori è il titolo del pacchetto di attività didattiche proposte dal polo museale di Busto Arsizio. Protagonista delle attività di quest’anno è il colore che verrà conosciuto e sperimentato nei suoi due ambiti di utilizzo, artistico e tessile, documentati nei musei cittadini.
Il tema del colore, infatti, trattato nei curricula scolastici e sviluppato presso il Museo del Tessile e della Tradizione Industriale nella tintura e nella stampa su tessuto, nelle Civiche Raccolte d’Arte di Palazzo Cicogna in ambito artistico, costituisce un interessante spunto di integrazione tra attività in classe e momenti di approfondimento delle collezioni museali.
A partire da una visita guidata al museo, le classi verranno coinvolte in laboratori e attività didattiche, calibrate in base alle diverse fasce d’età, per approfondire e sperimentare il tema del colore, le sue caratteristiche, le potenzialità espressive ed il suo utilizzo, favorendo al tempo stesso un approccio informale e interattivo alle collezione museali.
Infatti, seguendo le tracce del colore, i piccoli visitatori apprenderanno e fisseranno gli aspetti salienti delle collezioni museali e della storia e cultura del nostro territorio. La proposta mira a valorizzare le potenzialità educative del museo come luogo di apprendimento attivo.

In particolare, alle CIVICHE RACCOLTE D’ARTE DI PALAZZO CICOGNA, gli alunni analizzeranno il colore a partire dalle opere d’arte presenti al museo e ne sperimenteranno l’utilizzo attraverso le varie tecniche con l’aiuto degli operatori.
Scopriranno così che il punto di partenza delle grandi opere d’arte sono proprio gli elementi con cui stanno familiarizzando!
Diversi i laboratori proposti: La magia dei colori, Colore ad effetto, Coloriamo le emozioni, Sinfonia di colori, Atelier d’artista: Le tecniche, Atelier d’artista: Le correnti.

Le classi in visita al MUSEO DEL TESSILE E DELLA TRADIZIONE INDUSTRIALE, apprenderanno, secondo le diverse fasce d’età, le fasi della produzione di un tessuto, dal filato al prodotto finito, verificheranno la consistenza e le caratteristiche delle diverse fibre tessili e potranno inoltre sperimentare la stampa su tessuto. Cambio d’abito, Indovina come…si stampa sul tessuto e Costruiamo un blocco di stampa sono i titoli dei laboratori proposti e cui si aggiunge il progetto SULLE TRACCE DEL COLORE, organizzato in collaborazione con l’Associazione Italiana di Chimica Tessile e Coloristica sezione Lombardia Ovest – Busto Arsizio e l’Orto Botanico di Bergamo “Lorenzo Rota”.
Ad un anno dalla conclusione del progetto EST (Educare alla Scienza e alla Tecnologia), il Dipartimento Didattico del Museo, per continuare ad applicare e valorizzare questa esperienza, propone un pacchetto di attività incentrate sulla conoscenza dell’origine e delle caratteristiche fisico-chimiche del colore e dei principi scientifici posti alla base della sua applicazione in campo tessile, attraverso la tintura di fibre naturali e sintetiche e la stampa su tessuto, e in campo artistico.
Il progetto mantiene le attività proposte nel Progetto EST attivato il precedente triennio, inserendole però in una riflessione più ampia sul tema del colore, delle sue origini, attraverso l’estrazione del pigmento delle piante tintorie e radici e del suo utilizzo, anche in relazione ai diversi supporti e tessuti sui quali viene applicato.
Tutte le attività proposte dai musei sono gratuite e si svolgono dal martedì al venerdì in orario: 9.00 – 12.00 e 14.00 – 16.00. Per informazioni e prenotazioni: Tel. 0331/390.242 fax. 0331/679.460 – e-mail: didattica@comune.bustoarsizio.va.it

• LE PROPOSTE DELLA BIBLIOTECA COMUNALE

La Biblioteca di Busto Arsizio da anni collabora con le scuole cittadine di ogni ordine e grado attraverso visite guidate, incontri e percorsi tematici, interventi di animazione del libro e letture ad alta voce.
La tipologia d’intervento è da sempre studiata a seconda del target di riferimento: momenti di animazione e di promozione alla lettura per le scuole dell’infanzia e scuole primarie; storia della biblioteca e utilizzo dei servizi, tra cui reperimento delle informazioni e consultazioni della banca dati per la scuola secondaria di primo grado; ricerche tematiche e approfondimento di sezioni particolari (fondo antico-periodici-storia locale) per i ragazzi delle scuole secondarie di secondo grado. Queste attività, svolte dal personale della biblioteca, vengono effettuate previo accordi diretti tra le insegnanti e la biblioteca stessa.
Da gennaio a maggio dell’anno scolastico di riferimento viene invece realizzata una rassegna progettata dalla biblioteca e affidata ad esperti esterni.
La proposta per l’anno scolastico 2009-10 è quella di organizzare incontri per tutte le classi I, II, III e IV delle scuole primarie della Città di Busto Arsizio.
Le iniziative avverranno in biblioteca e comprenderanno spettacoli e animazioni della lettura specifici per ogni fascia d’età. Parte integrante del progetto di promozione della lettura è costituita dagli incontri diretti con autori di libri. Per quest’anno scolastico si proporrà questa iniziativa ai bambini delle classi V delle scuole primarie e ai ragazzi delle scuole secondarie di primo grado.
Come di consueto, la Biblioteca predisporrà una bibliografia e i ragazzi si prepareranno all’incontro leggendo due o tre libri dell’autore per porre domande, chiedere approfondimenti e/o curiosità.
La biblioteca, attraverso acquisti mirati e utilizzando il prestito interbibliotecario provinciale, fornirà alle classi il maggior numero di copie possibile delle opere degli autori.
Per informazioni relative alle attività della biblioteca: Tel. 0331/635.123 e-mail: biblioteca@comune.bustoarsizio.va.it .

• LE PROPOSTE DEL TEATRO SOCIALE

Completano la proposta formativa i corsi di recitazione "Attori in erba" e "Dalla Divina Commedia", come previsto dalla convenzione stipulata tra l’amministrazione comunale di Busto Arsizio e la società “Il teatro Sociale srl” per il periodo 2009-2011.
I laboratori, di durata triennale, sono coordinati dall’associazione culturale "Educarte"e inseriti nel progetto "Officina della creatività". Le lezioni hanno preso avvio nei mesi passati. Attualmente, gli studenti del primo corso stanno lavorando alla messa in scena dello spettacolo "Tutti allegramente insieme a Pinocchio", tratto dal libro "Le avventure di Pinocchio" di Carlo Collodi; quelli del secondo si stanno cimentando nell’allestimento della piéce "Nel mezzo del cammin di nostra vita", dall’"Inferno" di Dante Alighieri.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 20 novembre 2009
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.