Bugiardino e Guerra dominano a Borsano

I monzesi della Sulbiatese non hanno rivali nel trofeo "Caprioli" organizzato dalla società del presidente Giugnoli. Battuti in finale Piovaccari e Devide

Il Gruppo Bocciofilo ACLI Borsanese del presidente Giugnoli, dopo un’anno di transizione dovuta allo sfratto della storica sede, non ha perso lo smalto ed il vigore organizzativo dimostrato negli anni scorsi. Grazie alla fattiva collaborazione dei responsabili del Bar Ponchielli, titolari dell’omonimo Bocciodromo, la società bustese ha trovato una nuova sede in cui svolgere le proprie manifestazioni, restituendo slancio a questo sport praticato da persone di tutte le età.
Dopo un mese di eliminatorie si è conclusa venerdì 13 novembre il 1° Trofeo Caprioli Riccardo. Durante le fasi finali si è riscontrata una netta supremazia della coppia Bugiardino-Guerra della Sulbiatese (Comitato di Monza) che non ha trovato avversari che potessero impensierirla; la finale è stata vinta a scapito della coppia di Cedrate Piovaccari-Devide. I rappresentanti di Mercallese e Missaglia Legnano hanno concluso al terzo e quarto posto della manifestazione diretta da Gianni Tomasini con gli arbitri Consegni, Di Giorgio e Colombo.
Negli scorsi anni la Bocciofila Borsanese si è contraddistinta per il grande numero di gare organizzate, pur con il disagio di non avere più una sede propria, resta intenzionata a mantenere la stessa attività. Da martedì prossimo infatti inizierà una nuova manifestazione a coppie a carattere regionale che terminerà mercoledì 23 dicembre.

1° Trofeo Caprioli Riccardo – Borsano
Classifica: 1° Bugiardino – Guerra (Sulbiatese), 2° Piovaccari – Devide (Cedratese), 3° Morani – Oldani (Mercallese), 4° Bianchi – Rigo (Missaglia Legnano)

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 16 novembre 2009
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.