Caro estinto quanto mi costi? Polemica al cimitero

Antonello Colombo denuncia l'aumento spropositato dei prezzi delle concessioni delle tombe ma l'amministrazione si difende: «Prezzi ritoccati dopo 7 anni, i soldi servono per la manutenzione cimiteriale»

aumentano i prezzi delle tombe al cimitero di solbiate olonaFarsi seppellire nel cimitero comunale di Solbiate Olona costerà molto di più ai cittadini. A sette anni dagli ultimi aumenti l’amministrazione ha deciso di ritoccare verso l’alto i prezzi di colombari, ossari, tombe, edicole e cappelle e cofanetti ossa. Secondo Antonello Colombo, consigliere comunale d’opposizione, l’amministrazione  «in occasione di quest’ultima giornata a ricordo dei defunti, si è ricordata di loro, infatti in data 20 ottobre la Giunta ha deliberato le nuove tariffe di concessione cimiteriale. Una modifica che risulterà molto indigesta a molte famiglie solbiatesi specialmente in tempi di ristrettezza economica». Gli aumenti sono significativi e in alcuni casi sfiorano il 200%. La concessione trentennale di una tomba da 3 posti è passata da 516 euro a 1200, quella da sei da 1032 a 2400 euro. I prezzi dei colombari passano dai circa 1000 euro a una cifra che può variare dai 1500 ai 2100 euro, in base alla grandezza. Gli ossari vecchi passano dai 51 euro ai 300 mentre quelli nuovi triplicano il prezzo da 309 euro a 900. Aumentano i prezzi anche dei rinnovi delle concessioni.

La giunta si difende attraverso il suo portavoce, nonchè assessore alla cultura, Mario Sansalone che difende la scelta di aumentare i prezzi dopo 7 anni: «E’ evidente che i prezzi del cimitero di Solbiate erano troppo bassi – spiega Sansalone – anche con gli aumenti che abbiamo apportato siamo ancora sotto la media degli altri comuni. Nei decenni precedenti di amministrazione Bianchi-Colombo si è sempre andati al risparmio. Antonello Colombo dovrebbe sapere che la gente paga se il servizio offerto è all’altezza ma al cimitero di Solbiate il degrado avanza e servono soldi per effettuare i lavori di manutenzione straordinaria». Ecco, dunque, giustificati gli aumenti: i soldi verranno reimpiegati per rifare la pavimentazione e per effettuare una manutenzione sulle pensiline dei colombari che cadono a pezzi. Sansalone, infine, sottolinea: «Certamente a prima vista gli aumenti sembrano onerosi ma va detto che per i pagamenti esistono sistemi di dilazionamento che rendono la spesa più sopportabile ed è anche vero che molto spesso si parla di tombe che servono intere famiglie: fatte le dovute divisioni la spesa non è poi così alta».

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 19 novembre 2009
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.