Castelletto: il supplementare è fatale

Ozzano interrompe la serie positiva della Nobili, reduce da due vittorie di fila. Gli emiliani passano 82-79 e si confermano bestia nera dei gialloblu: 3 vittorie su 3 incontri disputati in riva al Ticino

Non sono bastati i 29 punti di Emanuele Rotondo e un’ottima prestazione di Francesco Ihedioha a Castelletto Ticino che cade ancora tra le mura amiche contro la giovanissima Ozzano. La squadra emiliana si porta a casa la vittoria durante il supplementare, ma soprattutto ferma la miniserie della Nobili che puntava in alto dopo le due vittorie con Forlì e Riva del Garda, in attesa del recupero con Brescia di mercoledì 25.
 
La partita – A Castelletto non passa il viziaccio di partire malissimo. Al terzo minuto è sotto di 10, al fine del primo quarto di 17 e Tritto (che al termine della partità dirà «da mercoledì qualche senatore siederà con me in panchina per parecchio») è costretto a far ruotare da subito i suoi per ottenere qualche risultato. Gli ospiti però giocano meglio tutta la prima frazione e solo nella seconda suonano le sveglie sui comodini gialloblù, anche se la Nobili continua a subire la dinamicità dei lunghi emiliani che dominano a rimbalzo. A 2’30" dal termine è 25-41 per Ozzano, poi i punti di Marusic, autore ancora una volta di una buona prestazione pur se dimenticato troppo in panchina, portano al riposo lungo sul 33-43.
Al rientro è fiera del tiro da tre con Sanguinetti e Stojkov per gli arancioni emiliani e Masieri e Rotondo contro la difesa 2-3. Castelletto arriva fino al -6, mentre sale in cattedra Ihedioha (14+14 e 4 stoppate). E’ 48-51 a 2’50” dal termine. Ma la scarsa vena da tre (18%), il secondo antisportivo contro Castelletto porta alla chiusura del quarto con gli ospiti sul +8.
L’ultimo quarto sposta l’inerzia verso i ticinesi. Mariani piazza un 2+1, Centanni stoppa la tripla di Prandin e Ihedioha trova un canestro acrobatico che fa esplodere il palazzo. Il clima diventa incandescente dopo l’ennesimo antisportivo fischiato, stavolta a Rotondo, con Ozzano che prova a riprendere il largo e va sul +10. È di nuovo Rotondo a guidare la riscossa e a 1’35" si è sul -2. Finale palpitante: Ozzano trova un canestro veloce dalla rimessa, Prelazzi fa 2/2 dalla parte opposta, Diviach sfonda su Mariani con 27”da giocare. Giocatona di Ihedioha sulla riga di fondo che si avvita e con l’aiuto del ferro segna il pareggio (71-71) a 7"71 dalla fine. Ozzano sbaglia la rimessa, Mariani conquista la palla e viene triplicato e caricato ma gli arbitri decidono di non fischiare nulla: è overtime.
Nel supplementare Castelletto butta alle ortiche la vittoria segnando un 4/10 ai liberi, mentre Prandin mette 7 dei 10 punti e Ranuzzi piazza la bomba che chiude la partita: 79-82.
 
Nobili SBS Castelletto – PentaGruppo Ozzano 79-82 d1ts (9-26, 33-43; 50-58, 71-71)
 
Castelletto: Centanni 5, Marusic 4, Mariani 6, Masieri 3, Conte 6, Rotondo 29, Ihedioha 14, Di Graci ne, Prelazzi 12, Pariani ne. All. Tritto. 
Ozzano: Casella, Stojkov 12, Perego 9, Diviach 16, Corsaletti, Ranuzzi 13, Sanguinetti 4, Spizzichini ne, Rosignoli 4, Prandin 24. All. Salieri.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 24 novembre 2009
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.